Sport

Bis del Rijeka o riscatto della Dinamo?

Dopo la breve pausa estiva, con Inter-Cibalia parte oggi l’edizione 2017/18 del massimo campionato croato di calcio. La novità, insignificante per il semplice tifoso, è che dopo cinque anni la Prima Lega non sarà accompagnata dalla denominazione “MaxTV” bensì “Hrvatski Telekom”. Il motivo della modifica è legato ovviamente al contratto di sponsorizzazione.
Invariato invece il sistema di competizione: 36 turni suddivisi in quattro mini gironi, con la fase autunnale che si concluderà alla ventesima giornata, il 16 dicembre. Si riprenderà già il 10 febbraio, per staccare definitivamente la spina il 19 maggio (quattro giorni dopo ci sarà la finale di Coppa).
Come curiosità, nel 2017 non è previsto nessun turno infrasettimanale, il che non significa che ci sarà troppo tempo di riposo: tra Coppa nazionale e impegni europei, l’unico mercoledì libero sarà infatti il 13 dicembre, quando in teoria sono previsti eventuali recuperi. Tutti i turni inizieranno il venerdì con una partita, due si giocheranno il sabato e altrettante la domenica. Il tutto è ovviamente dettato dalle esigenze televisive. Calcio spezzatino, come ormai va di moda ormai in tutta Europa...

Una lotta a due

Dopo undici anni dello stesso ritornello, finalmente la musica è cambiata. Il Rijeka è riuscito a spezzare lo strapotere della Dinamo, mettendo a segno l’accoppiata campionato-coppa nazionale e partirà sicuramente con i favori del pronostico. La squadra di Matjaž Kek è un’orchestra ben affiatata, che almeno per ora ha subito pochi cambiamenti in rosa. Al posto di Franko Andrijašević, una partenza comunque importante, è arrivato il brasiliano Heber, il qaule ha subito trovato il feeling con i nuovi compagni. Gomelt, Punčec e Đoković sono ancora delle scommesse, in attesa di dimostrare il proprio valore. Come unico neo, gli esperti in materia elencano la mancanza di una prima punta di ruolo, ma chissà che da qui alla fine di agosto il mercato non porti novità in merito (Mate Jelić). Il Rijeka ha però ciò che pochi altri hanno: l’entusiasmo e un’intera regione che lo sostiene.

Petev esonerato

La principale antagonista, per non dire anche l’unica, sarà ovviamente una Dinamo che muore dalla voglia di prendersi la rivincita. Dalle parti del Maksimir non si è abituati a stagioni a secco di trofei e pertanto nei prossimi mesi il Rijeka dovrà fare i conti anche con questo aspetto. Nemmeno gli zagabresi hanno cambiato più di tanto, cedendo Schildenfeld e Machado per scelta tecnica e prendendo il difensore ceco Lecjaks, un segnale a Pivarić di non essere più incedibile. Curiosità per l’arrivo nel nazionale maliano Doumbia, annunciato come uno in grado di consentire alla squadra di compiere un salto di qualità. Dalla Turchia è rientrato il cileno Fernandes, uno dei pochi a essersi messo in luce nelle amichevoli precampionato. Alla Dinamo confidano parecchio sul ritorno in campo di Ademi dopo la squalifica, sul rientro di Benković dopo un anno di calvario con il ginocchio e su un rapporto, quello con il gioiellino Ćorić, in crescita dopo l’esonero di Ivaylo Petev. Sì, perché a due giorni dall’inizio del campionato la società ha dato il benservito al tecnico bulgaro, optando per la soluzione fatta in casa, vale a dire Mario Cvitanović. Basterà per riprendersi il trono? I dubbi permangono, anche tra gli stessi tifosi della Dinamo...


Incognita Hajduk, Osijek ambizioso

Alle spalle di Rijeka e Dinamo possiamo sicuramente inserire Hajduk e Osijek, per quello che era in sostanza l’ordine d’arrivo di fine maggio. Gli spalatini sembrano avere ritrovato un po’ d’entusiasmo dopo qualche risultato utile, in primis il successo al Maksimir per 2-0 che ha di fatto spianato la strada al Rijeka. Il tecnico spagnolo Carrillo ha grossomodo a disposizione gli effettivi della scorsa stagione, a parte il brasiliano Jefferson, che molti rimpiangono in quanto uomo squadra e personaggio chiave nello spogliatoio. Sulla carta, visto il ritorno di Josip Radošević e l’arrivo dello spagnolo Borja Lopez (scuola Barcellona), l’Hajduk sembra rinforzato, ma l’asticella non si schioda dalla terza posizione. A meno che gli altri nuovi arrivati, il brasiliano Carbonieri e il tedesco Fomitschow, non si rivelino degli acquisti strepitosi, oppure che i vari Tudor, Vlašić o Bašić non esplodano definitivamente. Resta anche da vedere se l’ungherese Futacs, capocanonniere del campionato, saprà ripetersi ai livelli della prima parte del 2017. L’Hajduk dovrà guardarsi le spalle da un Osijek sempre più ambizioso. Gli slavoni hanno come modello il Rijeka e dopo essersi garantiti una stabilità finanziaria e organizzativa stanno curando la parte sportiva. Importante in tal senso la permanenza dell’ucraino Lopa e l’ingaggio dei talentuosi Bočkaj e Grezda dalla Lokomotiva.


Sonni tranquilli e paure

Parlando per ancora un po’ di zona Europa League, chi ci spera sempre è la Lokomotiva. La “filiale” della Dinamo, come viene spesso chiamata, è una fucina di talenti. Non a caso la Lokomotiva è campione nazionale juniores e rappresenterà la Croazia nella Youth Champions League. I nomi di Majer, Ivanušec, Karačić e Oluić ora non dicono molto, ma in futuro se ne potrebbe sentir parlare eccome. Il fiumano Datković, arrivato dal Koper, darà stabilità alla difesa, mentre i gol sono compito di Radonjić. Campionato apparentemente “tranquillo” anche per lo Slaven Belupo (ceduto Heber al Rijeka è arrivato Tatar, ex Cittanova e capocannoniere dello scorso campionato di Seconda Lega con la maglia del Gorica), mentre l’Istra 1961 rimane tuttora un’incognita. Troppe infatti negli ultimi anni le turbolenze all’interno della società, che fatica a intraprendere quel percorso che i tifosi gialloverdi sperano. L’Inter sembra leggermente più competitiva della passata stagione e non dovrebbe avere problemi a salvarsi, mentre lo Cibalia naviga sempre in un mare di guai finanziari. La scorsa stagione si è salvato grazie allo spareggio con il Gorica, stavolta la storia potrebbe non avere un lieto fine, anche perché il neopromosso Rudeš sembra parecchio ambizioso.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 434 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
4 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

ALBONA | Boris Miletić è stato riconfermato presidente della Dieta democratica istriana (DDI) alla 30.esima Assemblea elettiva del partito tenutasi sabato scorso ad Albona, presso il Centro sportivo “Franko...
More inPolitica  

Fiume

Per i bambini la neve rappresenta già di per sé un motivo di divertimento. Se si aggiungono poi le piste per lo slittino, i programmi d’animazione e le lezioni di sci, il gioco diventa ancora più...
More inCronaca fiumana  

Istria

ROVIGNO | All’ultima seduta, tenutasi sabato sera, la sezione locale dell’HDZ del Rovignese ha accolto la richiesta di destituire il consigliere cittadino Sergio Rabar dalla funzione di presidente...
More inCronaca istriana  

Pola

Scoccata l’ora del cambiamento, niente più sarà come prima al cantiere navale Uljanik. E per cambiamento intendiamo quanto avvenuto ieri, durante la seduta dell’Assemblea straordinaria degli...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Il progetto “Eduka 2”, per una governance transfrontaliera dell’istruzione, ha fatto tappa ieri a Capodistria con i laboratori dal titolo “Classi transfrontaliere: percorsi didattici...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

Una monografia scientifica che ripercorre il quarto di secolo in cui l’Italia amministrava la Venezia Giulia e l’Istria, al fine di analizzare e individuare il livello di tutela del patrimonio...

Sport

foto: Davor Javorovic/PIXSELL OSIJEK | La storia si ripete. Nel 22º turno di Prima Lega il Rijeka è stato battuto per 2-1 in casa dell’Osijek, ancora una volta in una partita segnata da espulsioni e calci...
More inSport  

Esuli e rimasti

È stata avvertita ovunque, come scossa tellurica di assestamento, la tensione che ha accompagnato il Giorno del ricordo, sul quale hanno pesato e pesano la campagna elettorale e certa ignoranza che...
More inEsuli e rimasti  

Arcobaleno

Arcobaleno, febbraio 2018
13 Febbraio 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, febbraio 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.03, 15 febbraio...
More inUltimo numero