Politica

La Zona industriale di Buccari «surclassa» il turismo

BUCCARI | “In Croazia non conviene essere sviluppati”. L’ironico commento è stato espresso da Tomislav Klarić. Il sindaco di Buccari e deputato al Sabor eletto nelle file dell’HDZ, ha affrontato l’argomento nell’ambito della tavola rotonda con la quale è stato inaugurato ieri a Buccari il terzo appuntamento dell’edizione 2018 dello Slancio imprenditoriale (Poslovni uzlet). La manifestazione, istituita nel 2014, è stata promossa dal quotidiano d’affari Poslovni dnevnik al fine di sostenere gli artigiani, le piccole e le medie imprese attraverso l’organizzazione di corsi di formazione e conferenze gratuite. Nel corso del panel Klarić si è lamentato che Buccari, avendo un indice di sviluppo del 25 p.c. superiore a quello della media nazionale, si è vista preclusa la possibilità di candidarsi a numerosi progetti europei. Di conseguenza, il primo cittadino si è posto un interrogativo: “Come favorire lo sviluppo delle aree meno progredite se si ostacola la crescita dei centri più evoluti?”.


Un’asilo per l’industria

Il benessere della Città di Buccari è legato ai successi della sua zona industriale. Il polo imprenditoriale di Kukuljanovo è considerato uno dei più grandi (occupa un’area di 500 ettari) e meglio organizzato di tutta la Croazia. Stando ad alcune stime il giro d’affari delle società che operano a Kukuljanovo è superiore al fatturato dell’intero settore turistico nella Regione litoraneo-montana. Alle spalle di Buccari operano 182 aziende, che garantiscono lavoro a 4.000 persone (Buccari conta circa 8.000 abitanti). In futuro questi numeri sono destinati a crescere ulteriormente. Solo l’anno scorso a Kukuljanovo sono stati investiti oltre 900 milioni di kune, di cui 46 erogati a fondo perduto dall’Unione europea. “Rispetto a un anno fa nella Zona industriale sono sorti 33 nuovi capannoni e creati 300 nuovi posti di lavoro”, ha osservato Klarić. Ha notato che prossimamente saranno inaugurati un birrificio, uno stabilimento per la produzione di prodotti da forno, un autoporto, un albergo e un ulteriore distributore di benzina. Ha menzionato anche la possibilità che si proceda all’apertura di una scuola materna.

Un sacrificio che paga

Klarić ha rilevato che fino a qualche anno fa era la Città a dover sovvenzionare gli stipendi del personale impiegato nella società che gestisce la Zona industriale. “Grazie a questi sacrifici il bilancio municipale è lievitato dai 12 milioni del 2005 agli attuali 70 milioni di kune”, ha notato Klarić. “Adesso – ha fatto presente il sindaco di Buccari – ci possiamo permettere di fornire gratuitamente i libri scolastici, di finanziare l’ampliamento della scuola di Hreljin, di realizzare la palestra, garantire ai nostri residenti la possibilità di viaggiare gratuitamente sui mezzi di trasporto pubblico e assicurare la presenza in città di un pediatra e di un logopedista”.

La riqualificazione della Cokeria

La Città ha pianificato di destinare ulteriori risorse all’ampliamento della zona industriale di Kukuljanovo. Inoltre, a Buccari intendono sostenere la creazione di due nuove zone imprenditoriali. Una a Hreljin e l’altra negli spazi dell’ex cokeria. Il progetto di riqualificazione dell’ex cokeria contempla, tra l’altro, la costruzione di una diga frangiflutti larga quattro e lunga 150 metri. Un’infrastruttura indispensabile alla realizzazione di un futuro marina, ma che potrebbe fungerà anche da belvedere.
Alla tavola rotonda, moderata da Mislav Šimatović, vice-caporedattore del Večernji list, oltre a Klarić hanno partecipato anche i rappresentanti di alcune società (Mep, Euromodul, Orada Adriatic, Signalinea e Ambienti plus), che di recente hanno inaugurato la loro sede a Kukuljanovo o che sono in procinto di stablirsi nella Zona industriale, avvalendosi a tale scopo dei contributi erogati dall’UE. Questi imprenditori hanno stigmatizzato la lentezza dell’apparato burocratico a livello nazionale. Tuttavia, hanno rilevato che il loro principale problema è un altro. In Croazia sta diventando un’impresa titanica reperire personale qualificato (idraulici, periti, operai...). “Ormai da noi è più semplice trovare un ingegnere che un tornitore”, è la conclusione alla quale sono giunti gli imprenditori che hanno preso parte alla tavola rotonda.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 102 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
25 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

ABBAZIA | Regolamento generale sulla protezione dei dari personali (GDPR), situazione finanziaria, preparativi per le prossime elezioni... Questi gli argomenti principali di cui si è discusso a...
More inPolitica  

Fiume

ABBAZIA | È allarme punteruolo rosso per le palme di Abbazia. Da qualche anno ormai il vorace coleottero originario dell’Asia sudorientale sta distruggendo una delle piante più caratteristiche della Perla...
More inCronaca fiumana  

Istria

ROVIGNO | Saranno quasi duemila i partecipanti alla 14ª edizione della “Popolana”, la più grande manifestazione sportivo-ricreativa nella città, fiore all’occhiello del turismo In Croazia. Il...
More inCronaca istriana  

Pola

DIGNANO | Giornata mondiale del libro tutta particolare a Dignano: il piacere della lettura e il libro inteso quale strumento di diffusione del sapere sono stati celebrati con l’inaugurazione della...
More inCronaca polese  

Capodistria

Nel corso della IV riunione del Consiglio di programma (CdA) della Radiotelevisione nazionale, tenutasi a Lubiana, è stata avviata la prima discussione sulla Strategia di sviluppo della RTV di...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

PORTO ALBONA | Soltanto la bellezza dell’anima può sopraffare quella della natura. È la morale della storia raccontata da Melita Adany nel suo libro “Il primo volo – Prvi let”, un volume bilingue,...

Sport

PARENZO | Umago pigliatutto ai Giochi delle elementari. I ragazzi e ragazze della SEI Galileo Galilei fanno bottino pieno, conquistando a Parenzo il primo posto sia nel calcetto femminile che nel...
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, aprile 2018
12 Aprile 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, aprile 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista delle edicole in Croazia e Italia) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.07, 15 aprile...
More inUltimo numero