Politica

Da Ginevra all’UE: l’evoluzione della tutela dalle persecuzioni

FIUME | Le migrazioni sono sempre esistite. Volgendo lo sguardo al passato, vedremo che sono milioni le persone che hanno lasciato i loro Paesi d’origine per trasferirsi in luoghi lontani. I motivi che stanno alla base del fenomeno sono molteplici e vanno dal desiderio di assicurarsi un futuro migliore alla necessità di sfuggire a una situazione di pericolo o dalle persecuzioni. Per fornire risposte adeguate a queste persone, ma anche per regolamentare i flussi, la comunità internazionale si è data sin dal lontano 1951 delle regole. Risale, infatti, a quell’anno la Convenzione di Ginevra, che rappresenta ancora oggi il cosiddetto “gold standard” in materia di tutela giuridica dei rifugiati. Da allora a oggi, però, la situazione è cambiata molto. Per capirlo basta guardare le prime pagine dei giornali o le trasmissioni televisive che raccontano i viaggi della disperazione compiuti dai migranti che, partiti dai Paesi africani o da quelli del Vicino Oriente, tentano di raggiungere uno Stato dell’Unione europea. Per adeguarsi ai cambiamenti dettati dalla storia, l’UE, muovendo dai principi della Convenzione di Ginevra, ha sviluppato un sistema di protezione che punta a garantire i diritti fondamentali dei cittadini di Paesi terzi.
È su questo percorso, iniziato a Ginevra e proseguito a livello di UE, che ha incentrato la sua lezione Stefano Amadeo, professore ordinario di Diritto dell’Unione europea all’Università degli Studi di Trieste (Dipartimento di Scienze giuridiche, del Linguaggio, dell’Interpretazione e della Traduzione). Rivolgendosi agli studenti della Facoltà di Giurisprudenza di Fiume iscritti al Corso di diritto italiano (un’iniziativa che si svolge completamente in lingua italiana, nda), Amadeo ha tracciato lo sviluppo registrato in materia di protezione internazionale. Un sistema pensato avendo a mente le persone perseguitate da gruppi privati o dall’ordinamento statale del Paese d’origine.
“Tutto ha inizio con la Convenzione di Ginevra del 1951 – ha fatto presente –. Un documento internazionale importantissimo per lo status giuridico del rifugiato, che però, letto nel contesto attuale, presenta alcune lacune importanti, tra le quali spicca l’assenza di un diritto d’asilo. Per colmarle, anche alla luce delle recenti ondate migratorie, sono intervenute le istituzioni europee, il legislatore UE, ma anche la Corte di giustizia europea”. Mantenendo dunque ferma l’impostazione per cui tutto ruota attorno al concetto di persona perseguitata per motivi legati all’appartenenza religiosa, alla cittadinanza, alla razza, al gruppo sociale o alle opinioni politiche e al principio di non respingimento, l’Unione europea ha innalzato nel tempo gli standard di tutela delle persone provenienti da Paesi terzi.
“L’obiettivo è offrire uno status giuridico appropriato, standard uniformi e favorire la certezza del diritto”, è stato sottolineato nel corso della lezione, durante la quale Stefano Amadeo ha sottolineato trattarsi di un ramo del diritto in costante evoluzione. “Proprio in questo periodo, alla luce di situazioni verificatesi anche di recente, si stanno esaminando alcune proposte di modifica da apportare al Regolamento di Dublino in vigore che risale al 2013”, è stato fatto presente, rendendo evidente quanto la situazione reale sul territorio incida sulla stesura delle norme di diritto umanitario.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 324 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
6 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

La Croazia non è più una destinazione per le famiglie. Potrebbe sembrare un’affermazione azzardata ma, guardando alle statistiche dell’Istituto per il Turismo Tomas 2017, si evince che l’anno scorso...
More inPolitica  

Fiume

Il grosso incendio di ieri sera nei magazzini del negozio di bricolage Elgrad a Valscurigne è stato spento. Alle 21.20 i vigili del fuoco fiumani hanno ricevuto la prima comunicazione e appena dopo...
More inCronaca fiumana  

Istria

UMAGO | La tradizione enogastronomica istriana intreccia cibo e cultura, mare e terra, abbinando in questo periodo dell’anno i frutti di mare all’extravergine di oliva e al vino migliore. Per i...
More inCronaca istriana  

Pola

Scoccata l’ora del cambiamento, niente più sarà come prima al cantiere navale Uljanik. E per cambiamento intendiamo quanto avvenuto ieri, durante la seduta dell’Assemblea straordinaria degli...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Il progetto “Eduka 2”, per una governance transfrontaliera dell’istruzione, ha fatto tappa ieri a Capodistria con i laboratori dal titolo “Classi transfrontaliere: percorsi didattici...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

TRIESTE | Un corpo principale, circondato da isole e isolotti, una terra sinuosa verde e bianca circondata dal mare. Bastano poche immagini aeree di Lussino, e la magia si espande. Creazione divina...

Sport

FIUME | Nell’ambito della 22ª giornata di campionato, la seconda del girone primaverile, il Rijeka sarà oggi ospite dell’Osijek. Si giocherà allo stadio Gradski vrt con inizio alle ore 15 e i...
More inSport  

Esuli e rimasti

Dopo aver scandagliato programmi e manifesti di un altro Giorno del Ricordo, per certi versi, solitario, arriva puntuale il desiderio di ragionare su questioni fondamentali e azzardare alcune...
More inEsuli e rimasti  

Arcobaleno

Arcobaleno, febbraio 2018
13 Febbraio 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, febbraio 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.03, 15 febbraio...
More inUltimo numero