Politica

Agrokor. Dialogo con i fornitori

ZAGABRIA | Dopo i creditori anche i principali fornitori dell’Agrokor hanno annunciato l’intenzione di sedersi attorno a un tavolo per stabilire una strategia comune. L’incontro dovrebbe svolgersi nel corso della giornata odierna. Alla riunione è attesa la partecipazione dei rappresentanti della Podravka, della Kraš, della Dukat, della Vindija e della Frank. Stando alle indiscrezioni trapelate fino ad ora i fornitori del Gruppo di Ivica Todorić non sarebbero interessati a entrare nell’assetto societario delle imprese controllate dal magnate croato. Stando al portale Aljazeera.net il debito dell’Agrokor nei confronti dei suoi fornitori ammonterebbero a oltre due miliardi di kune.


Debiti ingenti

Il vicepresidente del Gruppo Atlantic, Srećko Nakić, ha detto che nell’ottica della situazione attuale la sua società farà il possibile per garantire che il ciclo delle forniture all’Agrokor proceda regolarmente. “Siamo convinti che la dirigenza dell’Agrokor assumerà un approccio serio nei confronti della crisi in corso”, ha dichiarato al Tportal il manager della società di Emil Tedeschi. Dalla Dukat è stato fatto presente che sebbene l’Agrokor sia un’azienda privata è anche il principale datore di lavoro in Croazia e uno degli attori chiave nel settore alimentare. “Di conseguenza – è stato fatto presente dall’industria lattiero casearia controllata dalla multinazionale francese Lactalis – ci attendiamo senz’altro un approccio serio, responsabile e sostenibile da parte dei proprietari e del management, e un monitoraggio da parte delle istituzioni statali”.

L’Agrokor è un impero che fattura miliardi di kune all’anno, ma è anche una realtà oberata da debiti ingenti. Stando ai resoconti finanziari aziendali attinenti ai primi nove mesi dell’anno scorso gli oneri finanziari a lunga scadenza amonterebbero a una ventina di miliardi di kune, di cui 19 miliardi legati a prestiti e finanziamenti da risarcire. I problemi dell’Agrokor sono iniziati proprio a causa delle difficoltà riscontrate nel risarcire i creditori. Una situazione aggravata dal peggioramento dei giudizi espressi nei confronti dell’Agrokor dall’agenzia di rating Moody’s.

Giro d’affari: 15 p.c. del PIL

A livello nazionale l’Agrokor è un vero e proprio colosso. Stando ad alcune stime il suo giro d’affari equivale al 15 p.c. del PIL croato. Nelle società del gruppo lavorano decine di migliaia di persone. Posti di lavoro ai quali vanno sommati anche quelli dell’indotto. Un suo tracollo susciterebbe gravi ripercussioni sull’economia croata e non solo. L’Agrokor è una multinazionale con diramazioni in numerosi Paesi dell’Europa centrale e sudorientale, Slovenia (Mercator) e Ungheria incluse. I principali finanziatori dell’Agrokor, a iniziare dalla russa Sberbank, starebbero insistendo al fine di far nominare i loro rappresentanti negli organi di controllo dell’Agrokor. C’è già chi sospetta che sia stata Mosca a orchestrare l’intera vicenda, al fine di lanciare un segnale ai Paesi dell’area e ai loro alleati occidentali.

Tutela dei dipendenti

Una teoria alla quale non crede l’ex ministro dell’Economia, Ivan Vrdoljak. Il presidente dell’HNS ha affrontato l’argomento nel corso del talk show Domenica alle due (Nedjeljom u 2), trasmesso ieri dall’HRT. Ha espresso la convinzione che si tratti di una situazione legata puramente alla sfera degli affari e non a quella della politica. Ha osservato che le difficoltà dell’Agrokor potrebbero ripercuotersi sul PIL e provocare problemi al settore agricolo e alimentare. Tuttavia, ha sottolineato che non devono essere in alcun caso i cittadini croati a pagare i debiti contratti da altri.
A sua volta, il ministro delle Finanze, Zoran Marić (ex manager della società della famiglia Todorić), lo scorso fine settimana ha smentito le voci inerenti agli 800 milioni di kune di debiti contratti dall’Agrokor nei confronti del fisco. Riferendosi all’incontro avvenuto tra i rappresentanti del governo e dell’Agrokor, Marić ha definito condivisibile la volontà della compagnia di tutelare i suoi dipendenti e i fornitori. Marić ha spiegato che l’intento dell’Agrokor ora consiste nell’incrementare la propria liquidità. Il ministro si è detto fiducioso sulla capacità della proprietà e dei creditori di trovare un accordo.

 

foto: vimeo (CC)

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 110 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Progetto abbonamenti gratuiti

Gentili lettori,
abbiamo il piacere di informarVi che, su iniziativa della Direzione dell’EDIT, è decollato il progetto degli abbonamenti gratuiti al digitale del quotidiano La Voce del Popolo (della durata di un anno) destinati agli esuli e loro discendenti e più in generale a persone che vivono all’estero (non in Croazia e Slovenia) interessate a seguirci su Internet.

I primi hanno già ricevuto l'email con tanto di codice per accedere all'abbonamento gratuito.

Il progetto continua e chi fosse interessato a ottenerlo e ancora non ci avesse trasmesso i propri dati può farlo inviandoci un messaggio contenente gli stessi all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
27 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

ROMA | Il ministro degli Esteri italiano, Angelino Alfano, è impegnato nelle attività preparatorie del vertice di Trieste del 12 luglio incentrato sull’Europa sudorientale. Alfano ha sottolineato che...
More inPolitica  

Fiume

Al primo turno delle elezioni amministrative Fiume si è dimostrata ancora una volta una città dove i cittadini partecipano relativamente poco alla vita politica, almeno quando si tratta di esprimere la...
More inCronaca fiumana  

Istria

ROVIGNO | Dopo Buie, ha fatto tappa anche a Rovigno il seminario per docenti di materie scientifiche organizzato nell’ambito del progetto di divulgazione scientifica I-SMS (Italian Science Moving in...
More inCronaca istriana  

Pola

Ballerini pimpanti, scatenati e pieni di desiderio di comunicare al pubblico tanta voglia di coreografico divertimento. D’accordo, sarà anche merito della frequenza dei tanti studi di ballo che Pola...
More inCronaca polese  

Capodistria

ISOLA| La Comunità degli Italiani “Dante Alighieri” ha ospitato giovedì sera nella sala maggiore di Palazzo Manzioli l’“Amadeus Adriatic Orchestra”, diretta dal maestro Stefano Sacher. “L’evento rappresenta...
More inCapodistriano  

FVG

Thumbnail Valzer di direttori per il gruppo L’Espresso, che include, in FVG, anche i quotidiani Messaggero Veneto e Il Piccolo. Proprio per quest’ultimo è stato sancito un cambio di direzione. Dal 20 aprile il...

Cultura

FIUME | Il candido campanile svetta nell’azzurro del cielo sul magico e largo orizzonte del Quarnero dove cielo e mare si ricongiungono in un indescrivibile cromatismo di celesti, indaco e blu. Lo...

Esuli e rimasti

Thumbnail Le Acli, Associazioni cristiane dei lavoratori italiani, nascono ufficialmente a Roma nell’agosto 1944, per iniziativa di Achille Grandi: “Era convincimento di noi tutti che i lavoratori cristiani,...
More inEsuli e rimasti  

Arcobaleno

Arcobaleno, febbraio 2017
15 Gennaio 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, febbraio 2017
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 202
16 Gennaio 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAProcedendo in una ricerca interiore UOMINI E SEGNIDedicato a Erna Toncinichdi Daina Glavočić SAGGIL’interferenza del croato nell’apprendimento...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi in edicola il nuovo numero di "Panorama"Panorama, n.9, 15 maggio 2017  
More inUltimo numero