Politica

«Un pericolo per la tenuta dei valori democratici»

ZAGABRIA | “L’associazione ‘In nome della famiglia’ ha il diritto di chiedere il blocco dei finanziamenti destinati al settimanale del Consiglio nazionale serbo (SNV), ma non ha il diritto di offendere e di istigare accusando il Novosti di diffondere l’intolleranza nei confronti del popolo croato”. Così l’Ordine croato dei giornalisti (HND) commentando la vicenda salita agli onori delle cronache dopo la conferenza stampa tenuta davanti al Parlamento croato da Željka Markić, Krešimir Planinić e Ivo Džeba nel corso della quale hanno presentato un’analisi dei testi pubblicati dal settimanale della minoranza serba. sostenendo che, visti i contenuti alla pubblicazione, a loro avviso tesi a “diffondere l’intolleranza e l’odio nei confronti del popolo di maggioranza”, andrebbe richiesta l’interruzione dei versamenti dei fondi pubblici assegnati alla pubblicazione e impedire la partecipazione al concorso per l’assegnamento dei finanziamenti da Bilancio nei prossimi tre anni. Analisi che hanno reso pubblica martedì, allegando a questa alcune prime pagine della pubblicazione “recanti messaggi politici volti a provocare”. “Dall’analisi dei testi emerge che il settimale non si dedica all’autonomia culturale bensì commenta gli eventi politici e in molti casi lede in modo significativo i sentimenti della maggioranza cattolica, violando l’obbligo di promuovere la tolleranza”, fanno sapere dall’associazione. Quanto, invece, alle accuse di promozione dell’intolleranza gli autori dell’analisi adducono alcuni testi di Boris Dežulović, Milorad Krstulović e Viktor Ivančić pubblicati nel 2016.


Accuse molto serie

“Si tratta di accuse molto serie che i vertici dell’associazione In nome della famiglia non hanno avvalorato con alcuna prova concreta, bensì semplicemente adducendo esempi di matrice demagogica, populistica, ovvero pseudoargomenti”, si legge ancora nel comunicato diffuso dall’HND, e firmato dal presidente Saša Leković, e dal delegato dell’Ordine nel Novosti, Milan Cimeša, nel quale si fa presente che l’associazione in parola “non è infastidita dal fatto che alcuni media, inclusi anche parte di quelli cofinanziati con fondi pubblici, diffondono l’intolleranza e l’odio, ma lo fanno nei confronti degli appartenenti a minoranze nazionali e di altro genere”. “L’attacco dell’associazione ‘In nome della famiglia’ nei confronti del settimanale Novosti si presenta come un elemento di un attacco orchestrato che ha come obiettivo i media no profit ‘inadeguati’ e le realtà della società civile e pertanto rappresenta un pericolo per la tenuta dei valori democratici nella società croata”, ha scritto ancora l’HND. Per questi motivi l’Ordine ha ribadito ai leader politici l’invito “a condannare in modo chiaro ogni istigazione indipendentemente da chi ne sia l’autore e gli organi competenti a reagire in tutti i casi in cui si riscontrano gli estremi di un comportamento volto a diffondere l’odio”.


Una soluzione integrativa

A schierarsi a difesa del Novosti, stando a un comunicato pubblicato sul sito internet dell’HND, sono stati anche la Prof.ssa Sandra Bašić Hrvatin, dell’Università di Lubiana, Boro Kontić, direttore del Mediacentar di Sarajevo, la Prof.ssa Dubravka Valić Nedeljković, presidente del consiglio della Scuola di giornalismo di Novi Sad, la ricercatrice dell’Istituto per la pace di Lubiana, Brankica Petković, Tihomir Loza, direttore della Rete per la profesionalizzazione dei media nel Sud-Est Europa, Luka Zanoni e Marzia Bona, redattori di Osservatorio Balcani Caucaso (Rovereto).
“Gli inviti dell’associazione ‘In nome della famiglia’ a interrompere il sostegno finanziario al Novosti appaiono dannosi non soltanto per il livello democratico di tutela delle minoranze in Croazia, ma anche per il rispetto della libertà d’espressione giornalistica e redazionale nei media delle minoranze”, hanno fatto sapere gli esperti, che parlano del Novosti come di “un esempio positivo che segue e analizza tutte le questioni sociali e politiche importanti per tutto il Paese ponendo in luce al contempo la posizione e gli eventi della comunità minoritaria contribuendo così alla comprensione della reciprocità di questi rapporti e di questi fatti”. Gli esperti proseguono affermando: “La pubblicazione di media delle minoranze che si limitano a seguire soltanto gli eventi riferiti alla minoranza stessa diffondendo la tradizione culturale e il folklore è un modello legittimo, ma il taglio dell’editore del Novosti s’ispira ai preziosi tentativi di individuare una soluzione integrativa che vede i media della minoranza, anche grazie ai fondi pubblici, mettere le analisi giornalistiche di qualità al servizio dell’emancipazione reciproca dei cittadini, sia di maggioranza sia di minoranza”.


Un atteggiamento da condannare

Ricordando poi gli apprezzamenti espressi al Novosti in alcuni incontri internazionali e le valutazioni del settimanale date nell’ambito di una ricerca dell’Osservatorio dei media nell’Europa sud-orientale, i firmatari della nota fanno presente: “Prescrivere a un media di minoranza o di ogni altro genere che tipo di copertina può pubblicare o decidere se può ricorrere a espressioni taglienti, critiche o rientranti nella satira come condizione per l’ottenimento dei fondi pubblici rappresenta una minaccia al sistema di valori democratici. Crediamo – conclude la nota – che tale atteggiamento sarà rigettato e condannato dalle istituzioni democratiche croate”.
Intanto ieri i rappresentanti di “In nome della famiglia” hanno cercato di assistere alla riunione della Commissione parlamentare per i diritti dell’uomo e delle etnie, ma la loro richiesta è stata respinta per motivi formali. Il loro rapporto comunque è stato distribuito ai membri della Commissione. (chb)

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 271 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
6 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

La Croazia non è più una destinazione per le famiglie. Potrebbe sembrare un’affermazione azzardata ma, guardando alle statistiche dell’Istituto per il Turismo Tomas 2017, si evince che l’anno scorso...
More inPolitica  

Fiume

Il grosso incendio di ieri sera nei magazzini del negozio di bricolage Elgrad a Valscurigne è stato spento. Alle 21.20 i vigili del fuoco fiumani hanno ricevuto la prima comunicazione e appena dopo...
More inCronaca fiumana  

Istria

UMAGO | La tradizione enogastronomica istriana intreccia cibo e cultura, mare e terra, abbinando in questo periodo dell’anno i frutti di mare all’extravergine di oliva e al vino migliore. Per i...
More inCronaca istriana  

Pola

Scoccata l’ora del cambiamento, niente più sarà come prima al cantiere navale Uljanik. E per cambiamento intendiamo quanto avvenuto ieri, durante la seduta dell’Assemblea straordinaria degli...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Il progetto “Eduka 2”, per una governance transfrontaliera dell’istruzione, ha fatto tappa ieri a Capodistria con i laboratori dal titolo “Classi transfrontaliere: percorsi didattici...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

TRIESTE | Un corpo principale, circondato da isole e isolotti, una terra sinuosa verde e bianca circondata dal mare. Bastano poche immagini aeree di Lussino, e la magia si espande. Creazione divina...

Sport

FIUME | Nell’ambito della 22ª giornata di campionato, la seconda del girone primaverile, il Rijeka sarà oggi ospite dell’Osijek. Si giocherà allo stadio Gradski vrt con inizio alle ore 15 e i...
More inSport  

Esuli e rimasti

Dopo aver scandagliato programmi e manifesti di un altro Giorno del Ricordo, per certi versi, solitario, arriva puntuale il desiderio di ragionare su questioni fondamentali e azzardare alcune...
More inEsuli e rimasti  

Arcobaleno

Arcobaleno, febbraio 2018
13 Febbraio 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, febbraio 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.03, 15 febbraio...
More inUltimo numero