Pola

Al Castello proseguono gli interventi di rinnovo

Quando il paziente è anziano e regale, le cure non devono esaurirsi mai. La nostra splendida architettura del XVII secolo, stile barocco veneziano, militare, austera e senza esagerati fronzoli, torna per l’ennesima volta a essere oggetto di minuziosi interventi di recupero e restauro. Il maniero, progettato dall’ingegnere militare francese Antoine De Ville e costruito sulle ceneri di un più antico castello veneziano, che a sua volta era stato elevato sopra i resti di una fortezza romana (castrum), non deve correre il rischio di fare la fine deleteria dei predecessori. Gli odierni accorgimenti tecnico-edili possono fare miracoli, e li stanno davvero compiendo su commissione del Museo storico e navale dell’Istria, istituzione di casa al Castello, che a metà novembre ha avviato la terza fase di ristrutturazione della cortina settentrionale della fortificazione. I lavori sono in piena fase di svolgimento e da quanto precisato dal direttore dell’istituzione Gracijano Kešac, tutti gli interventi assolti finora, come anche quelli in fase d’esecuzione, sono in armonia con il progetto e i dettami dell’ufficio polese di sovrintendenza al patrimonio storico-culturale. Tant’è che il maniero veneziano si trova entro l’area del centro storico, dichiarata protetta e iscritta nel Registro del patrimonio culturale della Repubblica di Croazia.

“L’impresa autunnale, rileva Kešac, è partita con la pulizia delle strutture murarie, liberate dalle erbacce e dalle impurità accumulate a causa degli agenti atmosferici. Una volta assolta la pulitura della superficie della muratura in pietra, si è passati alla scanalatura delle fughe per eliminare ulteriori impurità e quindi alla delicata manovra di sovrapposizione e iniezione di nuovi riempitivi per fughe, speciali e resistenti alla penetrazione dell’umidità. Vengono eseguite a mano anche la lisciatura e la levigatura dei blocchi di pietra, che poi saranno soggetti a patinatura, mentre quei blocchi in stato più deleterio o quelli mancanti perché crollati verranno sostituiti da nuovi”.
Oltre a tanto, l’ente museale sta esaurendo dei preliminari per un possibile intervento aggiuntivo: in parallelo si effettua la selezione e l’immagazzinamento di materiali in pietra, da poter utilizzare per la ricostruzione dell’arco che un tempo collegava il piccolo e vecchio serbatoio dell’acquedotto al Castello, demolito negli Anni 60. Il valore dei lavori della terza fase di recupero è di 250mila kune, assicurate dal ministero della Cultura, dalla Regione istriana, dalla Città di Pola, nonché dal Museo storico e navale dell’Istria. Impegnati nella missione gli esperti scalpellini e restauratori dell’impresa “Kapitel” di Gimino, mentre la sovrintendenza edile è affidata alla ditta “Istra inženjering”.


La prima fase nel 2015

Va menzionato, che gli interventi di recupero della cortina settentrionale vengono eseguiti per il terzo anno consecutivo, a seconda delle dinamiche di finanziamento. Durante la prima fase del progetto, andata in porto nel 2015/2016 erano stati realizzati lavori per un valore di 518mila kune, investite dagli stessi finanziatori di cui sopra, assieme alla Fondazione Adris. Nell’ambito della seconda fase, invece, conclusa alla fine del 2016 e costata 341mila kune, era state restaurate tutte le graffe e i ganci metallici della struttura muraria salvandoli dalla corrosione e si era ovviato alla sostituzione delle parti in metallo danneggiate e irrecuperabili con graffe in fibre di policarbonato. Opera che aveva già richiesto l’allestimento di robuste impalcature, tutto attorno alla struttura muraria nord-occidentale della cortina, anche per assicurare lo smantellamento, la riparazione e il successivo ricollocamento delle pietre all’altezza del cornicione verticale, lungo tutta la cortina settentrionale. Era seguita la pulizia finale delle superfici in pietra, mentre il vecchio parapetto lungo il bastione orientale e occidentale era stato rimosso e sostituito dalla nuova recinzione realizzata in pieno profilo d’acciaio.
A voler riepilogare, solamente la cortina settentrionale del Castello veneziano ha un costo di 1 milione e 109mila kune. Giunti a questo punto, al Museo storico hanno ripreso in mano il progetto architettonico di restauro, realizzato dallo studio del progettista Eligio Legović di Parenzo, per constatare che sono stati eseguiti lavori per un ammontare pari a 1 milione e 184mila kune e che sono rimasti in cassa ancora... spiccioli, precisamente 74.343 kune. Verranno impiegate in ulteriori interventi di lifting nel corso del 2018. “Dopo quanto fatto finora – conclude Gracijano Kešac – ovvero con il recupero delle strutture murarie di sostegno nella parte interna delle mura, l’organizzazione della passeggiata con la collocazione della rampa, che dal cortile interno conduce in salita verso i bastioni, la cortina settentrionale del Castello ha acquistato un migliore aspetto ed è diventata più accessibile e sicura per i visitatori”. Saranno queste le ultime attenzioni riservate al Castello? Per niente, il Museo storico istriano ha già preparato tutta la documentazione progettistica necessaria alla completa riqualifica e ricostruzione della struttura muraria di sostegno che corre tutto attorno al fossato della fortezza. Sarà una bella impresa anche questa.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 194 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

 

Progetto abbonamenti gratuiti

Gentili lettori,
abbiamo il piacere di informarVi che, su iniziativa della Direzione dell’EDIT, è decollato il progetto degli abbonamenti gratuiti al digitale del quotidiano La Voce del Popolo (della durata di un anno) destinati agli esuli e loro discendenti e più in generale a persone che vivono all’estero (non in Croazia e Slovenia) interessate a seguirci su Internet.

I primi hanno già ricevuto l'email con tanto di codice per accedere all'abbonamento gratuito.

Il progetto continua e chi fosse interessato a ottenerlo e ancora non ci avesse trasmesso i propri dati può farlo inviandoci un messaggio contenente gli stessi all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
15 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

foto HINA/ Denis CERIĆ Il Parlamento di Zagabria ha approvato ieri la cosiddetta Lex Sceriffo, che rende più difficile l’esonero dei sindaci e dei presidenti delle Regioni, nel caso di una mancata...
More inPolitica  

Fiume

La corsa umanitaria dei Torpedo runners, Ho ho ho run, è stata un successo. All’evento hanno partecipato 250 appassionati della corsa, più una cinquantina di bambini (molti dei quali si sono portati dietro...
More inCronaca fiumana  

Istria

CITTANOVA | Decine di ex operatori scolastici, oggi in pensione, si sono incontrati nella sala del cinema di Cittanova, per dare vita al 10° incontro organizzato dall’Unione Italiana e...
More inCronaca istriana  

Pola

In risposta a una recente lettera aperta dell’unico suo consigliere d’opposizione, Valmer Cusma, l’Assemblea della Comunità degli Italiani di Pola è stata convocata venerdì sera dalla presidente,...
More inCronaca polese  

Capodistria

PIRANO| Dopo poco più di tre anni, Iva Palmieri, Console generale d’Italia a Capodistria, ha concluso la sua esperienza nella rappresentanza diplomatica. Nell’occasione, giovedì sera, la Comunità...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

POLA | Ha chiuso in bellezza con i tributi d’onore finali alla letteratura e al buon libro, la 23ª edizione del Salone del libro “Sa(n)jam knjige u Istri”, manifestazione che a tutti gli effetti ha...

Sport

foto: Igor Soban/PIXSELL ZAGABRIA | “In questo momento posso dirmi contento del solo fatto che abbiamo disputato la partita. Posso solamente sperare che fino alla gara contro l’Osijek di sabato...
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, ottobre 2017
15 Ottobre 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, ottobre 2017
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi in edicola il nuovo numero di "Panorama"Panorama, n.22, 30 novembre 2017  
More inUltimo numero