Pola

Quinto Festival dell’istrioto nella «capitale» Sissano

Da oggi, giovedì 28 a sabato 30 settembre a Sissano si terrà il quinto Festival dell’istrioto, la rassegna culturale promossa dalla locale Comunità degli Italiani, pensata per salvare dall’oblio, e da un’estinzione praticamente annunciata, l’antico idioma istriano di origine preveneta, nella sua variante appunto sissanese. Iniziative di questo genere si stanno moltiplicando in Istria con più o meno successo, nelle località in cui ci sono ancora parlanti nativi o perlomeno eredi che l’hanno sentito parlare in casa dagli anziani, da piccoli. Rovigno e Valle custodiscono con gelosia la propria parlata istriota, e in quei luoghi il dialetto suona ancora familiare; Dignano e Gallesano si stanno sforzando di trattenerlo ancora per un po’ ricorrendo a vari concorsi letterari cui si cerca di affezionare anche un pubblico in età scolastica. Ma solo Sissano ne ha fatto addirittura un Festival, ispirandosi un po’ al Festival dell’Istroveneto e un po’ a quelle sagre del luogo tipicamente popolari che hanno la capacità di renderlo più attraente agli occhi di un pubblico profano in fatto di lingua, storia e tradizioni a rischio d’estinzione.

Ma vediamo il programma del Festival. Questa sera alla Comunità degli Italiani di Sissano è in agenda una discussione sulle “Strategie per la conservazione e la tutela dell’istrioto”. Se ne parlerà alla presenza di ricercatori, linguisti, storici e ospiti in rappresentanza della Regione Istriana e dell’Unione Italiana, che si ritroveranno a Sissano per fare il punto della situazione, discutere e valutare i risultati fin qui raggiunti dai progetti di tutela e salvaguardia dell’istrioto sia a livello locale che regionale. A dirlo sono stati nel primo pomeriggio di ieri Antonio Dobran, presidente della CI sissanese, e l’attivista Paolo Demarin, che nel prosieguo del discorso hanno ricordato che la conferenza avrà inizio alle 18,30. La tavola rotonda dovrebbe durare una novantina di minuti. Dopodiché, sul maxi schermo del sodalizio saranno proiettati alcuni filmati realizzati nel corso delle quattro passate edizioni del Festival. Prima di proseguire con la presentazione degli appuntamenti in programma tra venerdì e sabato, Paolo Demarin ha sottolineato che la prima delle diverse novità introdotte quest’anno riguarda proprio la durata della manifestazione, che è di tre e non più di due giorni.

Laboratori, ospiti le scuole

Ma torniamo al programma di domani (venerdì). L’intera mattina sarà riservata ai laboratori didattico-linguistici sull’istrioto, aperti agli alunni delle scuole “Bernardo Benussi” di Rovigno, della sezione italiana della SE di Dignano, della sezione periferica di Gallesano della SEI “Giuseppina Martinuzzi” di Pola, della sede periferica di Valle della SEI “Bernardo Benussi” di Rovigno, e della sede periferica di Lisignano della SE “Mate Demarin” di Medolino. Seguiranno le presentazioni e la mostra dei lavori realizzati in seno ai laboratori linguistici, con inizio alle 12.30.
Il programma della serata sarà di più vasto richiamo per il pubblico. A partire dalle 18, si esibirà il coro misto della Comunità degli Italiani, diretto da Franca Moscarda; il concerto è intitolato “Cantà a Sissan”. Seguiranno le orazioni degli organizzatori e dei patrocinatori, quindi una conferenza con relatore Sandro Cergna, studioso dell’istrioto, dell’Università degli studi di Pola (18.30), che condividerà con il pubblico le esperienze avute nel corso del suo lavoro di raccolta dei dati per la creazione di un vocabolario dedicato all’istrioto di Valle.
Esperienze che secondo Demarin saranno più che utili agli attivisti della Comunità di Sissano, tra i cui progetti futuri figura proprio la volontà di realizzare un dizionario del dialetto sissanese. Al termine della conferenza di Sandro Cergna, la serata proseguirà con la presentazione del progetto “DERSII” (ore 19.15) e con un momento conviviale riservato alla presentazione e alla degustazione dei dolci tipici del luogo (“I busoladini de nòna”) con la lettura delle ricette in istrioto. È inoltre prevista la presentazione del CD multimediale realizzato nel corso della quarta edizione del festival.

Il sabato del folklore

Sabato alle 16 si potrà tornare ad ammirare la mostra dei lavori realizzati nel corso dei laboratori linguistici. Alle 17.30 si terrà la rassegna del folklore con i gruppi delle Comunità degli italiani delle località istriane (Dignano, Gallesano, Valle, Rovigno e Sissano) che tutt’oggi contribuiscono a mantenere vivo il ricordo dell’idioma. Seguirà la cerimonia dello scoprimento della targa dei toponimi sissanesi (La toponomastica di Sissano), mentre alle 18.30 in sede, i gruppi della filodrammatica delle Comunità degli Italiani ospiti, tutti riuniti, offriranno al pubblico uno sketch della durata di un’ora circa. Seguiranno poi l’esibizione del coro misto di Sissano, le proiezioni di alcuni filmati e documentari e la cerimonia di conferimento dei premi del concorso letterario e audiovisivo dialettale. Alle 20.30 il bar ‘L me paes ospiterà la promozione e la degustazione dei piatti tipici sissanesi. E ancora, alle 21 saranno presentate le ricette dei dolci mentre alle 21.30 avrà inizio un ricco programma di intrattenimento musicale. Presentato il programma, Dobran e Demarin hanno annunciato che, molto probabilmente, l’anno prossimo il Festival potrebbe travalicare i confini di Sissano e coinvolgere anche le altre località dove ancora oggi l’istrioto è più vivo che mai. (dd-mm)

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 185 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
14 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

ABBAZIA | Regolamento generale sulla protezione dei dari personali (GDPR), situazione finanziaria, preparativi per le prossime elezioni... Questi gli argomenti principali di cui si è discusso a...
More inPolitica  

Fiume

ABBAZIA | È allarme punteruolo rosso per le palme di Abbazia. Da qualche anno ormai il vorace coleottero originario dell’Asia sudorientale sta distruggendo una delle piante più caratteristiche della Perla...
More inCronaca fiumana  

Istria

ROVIGNO | Saranno quasi duemila i partecipanti alla 14ª edizione della “Popolana”, la più grande manifestazione sportivo-ricreativa nella città, fiore all’occhiello del turismo In Croazia. Il...
More inCronaca istriana  

Pola

DIGNANO | Giornata mondiale del libro tutta particolare a Dignano: il piacere della lettura e il libro inteso quale strumento di diffusione del sapere sono stati celebrati con l’inaugurazione della...
More inCronaca polese  

Capodistria

Nel corso della IV riunione del Consiglio di programma (CdA) della Radiotelevisione nazionale, tenutasi a Lubiana, è stata avviata la prima discussione sulla Strategia di sviluppo della RTV di...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

PORTO ALBONA | Soltanto la bellezza dell’anima può sopraffare quella della natura. È la morale della storia raccontata da Melita Adany nel suo libro “Il primo volo – Prvi let”, un volume bilingue,...

Sport

PARENZO | Umago pigliatutto ai Giochi delle elementari. I ragazzi e ragazze della SEI Galileo Galilei fanno bottino pieno, conquistando a Parenzo il primo posto sia nel calcetto femminile che nel...
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, aprile 2018
12 Aprile 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, aprile 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista delle edicole in Croazia e Italia) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.07, 15 aprile...
More inUltimo numero