Pola

La Radiologia aprirà a dicembre

Il cantiere del nuovo ospedale di Pola è quello che suscita da tempo la curiosità maggiore di pazienti e cittadini in generale, anche perché tra quelle mura venute su velocemente dacché ci fu la posa della prima pietra nel gennaio 2015, non è facile immaginare che cosa stia nascendo. Fermiamo per un momento l’immaginazione ed entriamo velocemente nel mondo reale dell’edilizia con la direttrice dell’Ospedale di Pola, dottoressa Irena Hrstić. Quello che abbiamo chiesto prima di tutto alla dirigente ospedaliera, è quando riaprirà quello che in gergo è chiamato “il blocco diagnostico”. L’edificio di Laboratorio centrale, Medicina nucleare e Radiologia, infatti, è sottoposto a una riqualifica degli ambienti dal gennaio scorso, mentre a dicembre 2016 questi stessi reparti (Radiologia e Laboratorio) vennero trasferiti con non poco sforzo per chi ci lavora e per i fruitori, all’Ospedale di Marina (nella cosiddetta “mini radiologia” e nel “piccolo laboratorio” della struttura di via A.Negri). Medicina nucleare invece, si trova in uno degli ambienti del policlinico ginecologico (al pianterreno dell’edificio).

Lasciando per dopo la domanda sui due annessi del futuro nuovo ospedale e sui lavori di ristrutturazione dell’edificio della Ginecologia, ci viene detto che l’opera di riqualifica del “blocco diagnostico” sta per essere portata a compimento. “I lavori edili stanno volgendo al termine – così la direttrice –, il che non significa che il trasferimento avrà luogo da qui a poco. Noi speriamo avvenga a dicembre, mentre entro ottobre dovremmo avere finito con l’installazione della nuova apparecchiatura”. Da qui a spiegare che in questo momento, così l’interlocutrice, è in corso quello che viene definito il cablaggio del quadro elettrico e il potenziamento delle reti informatiche in funzione della tecnologia avanzata”.


Un reparto che ha cambiato volto

Nell’edificio “congiunto” è pure in corso il nuovo posizionamento degli impianti elettrico e idrico, con tutto quello che è necessario installare in virtù dell’equipaggiamento medico più moderno che mai, già acquistato e arrivato in sede, dov’è stato debitamente “immagazzinato”. Radiologia insomma ha cambiato quasi del tutto aspetto poiché sono stati abbattuti i muri e rivisti gli ambienti per la posa dei nuovi macchinari, che richiedono spazi ben studiati per la loro particolarità. Non è cosa semplice creare gli ambienti adatti a ospitare la Risonanza magnetica (la divisione non disponeva di un ambiente pensato da prima per questo macchinario diagnostico) e due nuovi MDTC o tomografi multidettori (quello a 32 strati è già in funzione al Marina, e un secondo, a 123 sezioni, troverà posto negli ambienti riadattati). L’impianta della Risonanza è un 1,5 Tesla.
“Noi contiamo sul fatto di poter chiudere a ottobre il capitolo dei nuovi macchinari, ovvero la loro installazione negli ambienti appena recuperati. Però, per farlo serve il tempo necessario. Non è una cosa da poco. Dopo di che, a dicembre crediamo di poter riaprire”. Come si entrerà nella “nuova” Radiologia, e nel Laboratorio biochimico e a Medicina nucleare (della cui riqualifica si parla di meno perché è servito intervenire in maniera per così dire meno impegnativa) è ancora un enigma. “La logistica è qualcosa a cui penseremo quando saremo giunti alla meta”, cosi la dottoressa Hrstić. “Pensiamo prima a fare bene queste ultime cose. Consiglio inoltre ai pazienti di cercare le informazioni sulla nostra pagina web, che puntualmente aggiorniamo affinchè gli utenti trovino quante più informazioni possibili, accanto a quelle che potete fornire voi della stampa e dei mass media in generale”.


Tecnologie più moderne

È d’obbligo una parentesi per ricordare che l’Annesso 1 (o edificio 1), a fianco di Ginecologia, è il maggiore e disporrà in totale di quasi 40mila metri quadrati su 7 piani, e di 500 posti-degenza. Ospiterà tutte le divisioni ospedaliere, buona parte oggi al Marina (dal 2000 a questa parte). L’Annesso 2 (o edificio 2), a fianco di Laboratorio, Radiologia e Medicina nucleare, avrà 71 letti in “Day hospital” e in “Day surgery” e quasi 13mila metri quadrati di ambienti al completo. I mezzi a fondo perduto serviranno a dotare delle strumentazioni e delle tecnologie più moderne le due aree del “Day hospital” e del “Day surgery” nel costruendo Annesso 2 di via Zagabria.
Si continua a lavorare sia all’Annesso 1 che all’Annesso 2, tanto che nel primo stanno per essere montati i serramenti in alluminio, così la direttrice, e sta per essere costruita la facciata, nella seconda metà di settembre. La facciata all’Annesso 2 sarà completata a inizio del 2018, mentre appaltatori e subappaltatori stanno lavorando pure alla sistemazione degli impianti.
“In Ginecologia, invece, la riqualifica degli ambienti non potrà avere inizio fino a quando non sarà ultimato l’Annesso 1 che dovrà ospitare tutti i contenuti di quest’edificio, tra reparti, ambulatori specialistici e quant’altro. Noi pianifichiamo di poterlo fare entro l’estate”. Al pianterreno dell’Edificio 1 troverà sede il Blocco dell’Emergenza medica e il Blocco delle sale operatorie, la cui entrata principale sarà collegata con un viale d’accesso al parcheggio di via Santorio; negli altri livelli, saranno allestite tutte le divisioni ospedaliere. Nel momento del trasferimento dei reparti che troviamo oggi in Ginecologia nell’Annesso 1, non si farà caso, spiega ancora la dottoressa, a quanto contenuto nel progetto: insomma, sarà un trasferimento dettato dal bisogno, e non sarà per niente semplice e veloce. “Chiedo già da ora la comprensione degli utenti, e specialmente quella dei degenti”.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 96 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Progetto abbonamenti gratuiti

Gentili lettori,
abbiamo il piacere di informarVi che, su iniziativa della Direzione dell’EDIT, è decollato il progetto degli abbonamenti gratuiti al digitale del quotidiano La Voce del Popolo (della durata di un anno) destinati agli esuli e loro discendenti e più in generale a persone che vivono all’estero (non in Croazia e Slovenia) interessate a seguirci su Internet.

I primi hanno già ricevuto l'email con tanto di codice per accedere all'abbonamento gratuito.

Il progetto continua e chi fosse interessato a ottenerlo e ancora non ci avesse trasmesso i propri dati può farlo inviandoci un messaggio contenente gli stessi all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data age > 6 hrs
Fiume
7 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

foto HINA/ Denis CERIĆ VUKOVAR | Le cifre ufficiali parlano di 64 mila persone, giunte da tutta la Croazia e non solo, che hanno preso parte sabato a Vukovar al corteo della memoria partito come...
More inPolitica  

Fiume

La Casa slovena - SAC Bazovica ha celebrato il settantesimo anniversario della fondazione e d’ininterrotta attività. L’importante ricorrenza è stata coronata sabato alla Casa di cultura (HKD) di...
More inCronaca fiumana  

Istria

SALVORE | Sabato sera, presso la Casa della Cultura di Bassania, la Comunità degli Italiani di Salvore ha presentato la rassegna artistica “Quasi stelle”. Un appuntamento ormai tradizionale in cui,...
More inCronaca istriana  

Pola

foto: DUŠKO MARUŠIĆ/PIXSELL  C’è un bel sole che scalda la città, ma intanto in piazza Re Tomislav ci si sta affrettando a montare la pista del ghiaccio perché per il 30 novembre è prevista la sua...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Dal 20 al 26 novembre si svolgerà la seconda edizione della “Settimana della cucina italiana nel mondo”. L’iniziativa, che quest’anno ha come tema “Cucina e vino di qualità”, è nata da...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

FIUME| S’intitola “Orgia”, il progetto d’autore di Urška Brodar, Jure Novak e Katarina Stegnar, una produzione in comune del gruppo teatrale “Glej” di Lubiana e del Teatro nazionale croato “Ivan de...

Sport

FIUME | “Ho notato tantissima voglia, pressing, possesso palla e calci piazzati. Purtroppo tutto ciò non è bastato alla fine per centrare l’obiettivo prefissato ed è logico che siamo delusi....
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, ottobre 2017
15 Ottobre 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, ottobre 2017
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi in edicola il nuovo numero di "Panorama"Panorama, n.20, 31 ottobre 2017  
More inUltimo numero