Istria

Macro e microplastica: minaccia per l’Adriatico

ROVIGNO | Dalle problematiche di natura microbiologica all’impatto dell’uomo sull’ambiente. Sono queste le tematiche che hanno ripercorso le questioni attuali che interessano il mare Adriatico, presentate in tre conferenze organizzate dal settore giovani della Comunità degli Italiani di Rovigno in collaborazione con il Centro di ricerche marine dell’Istituto “Ruđer Bošković”.


Miliardi di tonnellate di rifiuti

L’ultima di queste ha visto l’intervento di Mirta Smodlaka Tanković, la quale ha trattato la presenza e l’impatto della micropastica e della macroplastica nel nostro mare, pur trattandosi di un problema che persiste su scala globale. Smodlaka Tanković ha esposto, infatti, dati preoccupanti in base ai quali, in tutto il mondo, gli stati costieri producono più di 2,8 miliardi di tonnellate di rifiuti. Di questi, ben 275 milioni sono costituiti da plastica. “Ciò è dovuto soprattutto alla gestione impropria dei rifiuti e dallo smaltimento illegale”, ha spiegato la ricercatrice.
La presenza di rifiuti di plastica (e rifiuti in generale) ha un forte impatto negativo su diversi settori, tra i quali il turismo e la pesca.
Mentre i rifiuti che affondano possono essere recuperati, il problema maggiore – avverte Smodlaka Tanković – sono i rifiuti galleggianti che, trasportati dalle correnti, possono arrivare a fare il giro del mondo.
A differenza della costa italiana, dove la plastica si trova in gran parte sul fondale, nel mare della costa dalmata e istriana è più alta la presenza di quella galleggiante e della microplastica.
Il problema maggiore di questo materiale sintetico è il fatto che esso non si disintegra. La macroplastica si frammenta in tante piccole particelle diventando microplastica.


Il caso della Croazia

Per quanto concerne l’Adriatico, la consapevolezza sull’impatto che tale problema ha sull’ambiente è purtroppo molto bassa. In Croazia la media è di 2,91 rifiuti per metro quadrato, la più alta tra i Paesi che si affacciano sull’Adriatico. “Questo perché le correnti trasportano qui anche i rifiuti provenienti da Albania, Grecia e Montenegro”, ha sottolineato. Così, ad esempio, a Lissa, un isola difficile da raggiungere e senza turismo sono stati registrati 10,6 rifiuti per metro quadrato. Le fonti primarie di microplastica sono le acque di scarico come quelle dei prodotti cosmetici e di fibre sintetiche, ma anche incidenti marittimi, dove i beni trasportati finiscono in mare.


Su 100 metri di spiaggia ... 2mila rifiuti

Nel 2014, Mirta Smodlaka Tanković aveva condotto delle ricerche sulla spiaggia di Val de Lesso, scoprendo che su 100 metri di spiaggia c’erano 2177 rifiuti. Dopo averla ripulita, due mesi dopo si è imbattuta in 1539 rifiuti sulla stessa distanza: un numero che qualche mese dopo è risalito a 2250 rifiuti. Di questi, il 59% era costituito da plastica che non era stata lasciata dai bagnanti, ma trasportata dal mare.

Un pericolo per gli organismi marini

Tutti questi rifiuti sono pericolosi anche per gli organismi marini, che spesso li scambiano per cibo. “Grazie al contributo della fondazione Adris da un anno stiamo monitorando la situazione nel nostro mare. Nella colonna d’acqua analizzata abbiamo riscontrato una presenza di microplastica pari a 20 particelle su 50 millilitri”, ha rilevato la ricercatrice, la quale, inoltre, analizzando il contenuto gastrico di 100 esemplari di Pagello fragolino (Pagellus erythrinus) ha notato che il 17% era microplastica e di 11 specie ben 7 erano risultate positive alla presenza di tali frammenti.
La soluzione? “Pulire alle fonti, perché utilizzando reti o altri metodi si rischierebbe di danneggiare anche gli organismi marini”, ha spiegato Mirta Smodlaka Tanković, aggiungendo che è importante anche aumentare la consapevolezza e l’educazione delle persone riguardo a questo problema.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 211 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
6 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

La Croazia non è più una destinazione per le famiglie. Potrebbe sembrare un’affermazione azzardata ma, guardando alle statistiche dell’Istituto per il Turismo Tomas 2017, si evince che l’anno scorso...
More inPolitica  

Fiume

Il grosso incendio di ieri sera nei magazzini del negozio di bricolage Elgrad a Valscurigne è stato spento. Alle 21.20 i vigili del fuoco fiumani hanno ricevuto la prima comunicazione e appena dopo...
More inCronaca fiumana  

Istria

UMAGO | La tradizione enogastronomica istriana intreccia cibo e cultura, mare e terra, abbinando in questo periodo dell’anno i frutti di mare all’extravergine di oliva e al vino migliore. Per i...
More inCronaca istriana  

Pola

Scoccata l’ora del cambiamento, niente più sarà come prima al cantiere navale Uljanik. E per cambiamento intendiamo quanto avvenuto ieri, durante la seduta dell’Assemblea straordinaria degli...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Il progetto “Eduka 2”, per una governance transfrontaliera dell’istruzione, ha fatto tappa ieri a Capodistria con i laboratori dal titolo “Classi transfrontaliere: percorsi didattici...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

TRIESTE | Un corpo principale, circondato da isole e isolotti, una terra sinuosa verde e bianca circondata dal mare. Bastano poche immagini aeree di Lussino, e la magia si espande. Creazione divina...

Sport

FIUME | Nell’ambito della 22ª giornata di campionato, la seconda del girone primaverile, il Rijeka sarà oggi ospite dell’Osijek. Si giocherà allo stadio Gradski vrt con inizio alle ore 15 e i...
More inSport  

Esuli e rimasti

Dopo aver scandagliato programmi e manifesti di un altro Giorno del Ricordo, per certi versi, solitario, arriva puntuale il desiderio di ragionare su questioni fondamentali e azzardare alcune...
More inEsuli e rimasti  

Arcobaleno

Arcobaleno, febbraio 2018
13 Febbraio 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, febbraio 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.03, 15 febbraio...
More inUltimo numero