Fiume

A Fiume le venerate spoglie di San Leopoldo Mandić

Per la prima volta dalla canonizzazione le venerate spoglie di San Leopoldo Mandić, sacerdote cappuccino, al secolo Bogdan Ivan Mandić, giungeranno a Fiume e potranno venire visitate dai fedeli. L’evento, che avrà luogo nella Chiesa della Madonna di Lourdes (dei cappuccini), lunedì, 18 settembre, alle ore 16, è stato annunciato dal parroco fra Eugen Pavlek e da fra Nikola Stanislav Novak, responsabile della causa per la canonizzazione di San Leopoldo Mandić. L’arrivo del Santo verrà annunciato ufficialmente con le campane delle chiese circostanti e le sirene delle navi ormeggiate.


Due giorni di incontri e preghiere

“Si tratta di un evento storico che ha un grande potenziale di coesione per tutti i fedeli – ha dichiarato fra Eugen Pavlek –. San Leopoldo ha visitato Fiume nel 1923 e vi ha soggiornato per 28 giorni facendo da confessore a numerosi cittadini, ma ha dovuto lasciare la città perché è stato richiamato a Padova dallo stesso vescovo, mons. Elia Dalla Costa. Possiamo dunque dire che la nostra città è stata visitata da alcuni degli uomini più importanti della Chiesa, come ad esempio Alojzje Stepinac e il papa Giovanni Paolo II. Invito, dunque, in particolar modo i bambini e i giovani ad aderire alle celebrazioni e approfittare di questo evento per confessarsi, proprio come avrebbe voluto San Leopoldo. L’incontro inizierà alle ore 16, con l’arrivo da Spalato delle reliquie e delle spoglie mortali di San Leopoldo per un’ostensione pubblica. Alle ore 19 è in programma la Santa messa, che verrà officiata dall’arcivescovo, mons. Ivan Devčić, mentre alle ore 23 padre Marko Šarić celebrerà una messa per i giovani.
Il giorno successivo, ovvero martedì 19 settembre, alle ore 6.30 avrà luogo la Santa messa officiata da padre Stjepan Bergovec e alla quale parteciperà pure il Coro Fedeli Fiumani. L’ultima messa avrà luogo alle ore 10 e sarà dedicata ai pellegrini veglioti, mentre alle ore 14 le spoglie di San Leopoldo lasceranno la chiesa per ritornare a Padova. In questi due giorni solenni la nostra chiesa rimarrà aperta a tutte le ore e i fedeli potranno confessarsi nella cripta”.


Le spoglie nei luoghi più cari al Santo

La prima ostensione pubblica delle reliquie del Santo si terrà a Zara, la seconda tappa è il suo luogo natio, Castelnuovo (Herceg Novi) in Montenegro, al quale seguiranno Ragusa e Spalato e per concludersi Fiume. Per garantire la sicurezza dei pellegrini e il passaggio indisturbato del sarcofago, la parte bassa di via Ciotta (da via Giovanni Paolo II al Corso), verrà chiusa al traffico. Secondo le stime di Zoran Nikolić, membro del Comitato organizzatore, si attendono circa 15mila pellegrini, ma il numero di persone potrebbe essere anche molto più elevato. Visto che le dimensioni della chiesa non consentono la presenza all’interno di molte persone le messe verranno proiettate su tre maxischermi situati in via Ciotta e nella cripta. Il flusso di persone che vorranno vedere il Santo si muoverà dall’entrata principale verso l’uscita sul retro. Gli autobus che arriveranno dalle altre città croate si fermeranno alla stazione ferroviaria, per non intralciare il traffico. Gli organizzatori hanno lanciato anche un appello a tutte le persone che vorranno visitare le reliquie, invitandole a mantenere un atteggiamento decoroso e ad aspettare pazientemente il proprio turno per avvicinarsi al sarcofago.

Un frate apprezzato per la sua benevolenza

Fra Nikola Stanislav Novak, che si è occupato del processo di canonizzazione del Santo, conclusosi nel 1983 da parte di Papa Giovanni Paolo II, al quale precedette la beatificazione, proclamata da Papa Paolo VI nel 1976, ha illustrato brevemente la vita di Leopold Mandić e le vicissitudini che l’hanno portato a Padova. Nacque a Castelnuovo di Cattaro, in Montenegro, nel 1866, penultimo di 16 figli e all’età di 16 anni, dopo avere concluso l’istruzione di base, fu accolto nel seminario cappuccino di Udine e poi, diciottenne, nel 1884 al noviziato di Bassano del Grappa (Vicenza), dove vestì l’abito francescano. Venne sempre stimato per la sua sensibilità di confessore e la sua indulgenza nei confronti dei peccatori, tanto che i suoi spostamenti vennero spesso interrotti dall’esigenza di rientrare a Bassano del Grappa come confessore. Come altri “stranieri” residenti in Veneto, nel 1917, in seguito al Trattato di Rapallo, fu sottoposto a indagini della polizia e, visto che non intendeva rinunciare alla cittadinanza austriaca, venne mandato al confino.
Risale al 1923 un breve soggiorno a Fiume, nel corso del quale incontrò una nipote, Genoveffa Benussi, che prima di morire lasciò alla Chiesa dei cappuccini di Fiume alcune lettere e oggetti appartenenti allo zio. Il sacerdote si spense a Padova nel 1942, in seguito a una lunga malattia, e subito fu vegliato e venerato come un Santo. In risposta alle pressanti richieste della Chiesa croata, dal 13 al 18 aprile 2016 c’è stata una traslazione e ostensione a Zagabria, all’interno della Cattedrale cittadina e nella Chiesa dei frati cappuccini dedicata a San Leopoldo (distretto di Dubrava).

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 102 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

 

Progetto abbonamenti gratuiti

Gentili lettori,
abbiamo il piacere di informarVi che, su iniziativa della Direzione dell’EDIT, è decollato il progetto degli abbonamenti gratuiti al digitale del quotidiano La Voce del Popolo (della durata di un anno) destinati agli esuli e loro discendenti e più in generale a persone che vivono all’estero (non in Croazia e Slovenia) interessate a seguirci su Internet.

I primi hanno già ricevuto l'email con tanto di codice per accedere all'abbonamento gratuito.

Il progetto continua e chi fosse interessato a ottenerlo e ancora non ci avesse trasmesso i propri dati può farlo inviandoci un messaggio contenente gli stessi all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
13 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

“La riforma scolastica sta andando più celermente di quanto alcuni avrebbero voluto”. Lo ha affermato il ministro della Scienza e dell’Istruzione, Blaženka Divjak, invitando tutti a includersi nel...
More inPolitica  

Fiume

Prenderà il via domani la settima edizione del Rijeka Tattoo Expo, la convention internazionale dedicata al mondo dei tatuaggi. La manifestazione si svolgerà da oggi a domenica nel palasport di...
More inCronaca fiumana  

Istria

ALBONA | La ricostruzione di via Aldo Negri, ossia la salita che conduce alla Cittavecchia di Albona, procede secondo i piani. Lo ha confermato alla recente seduta del Consiglio cittadino di Albona...
More inCronaca istriana  

Pola

“Noi Puffi siam così, noi siamo Puffi blu, puffiamo su per giù, due mele, poco più”: manca solo sentire il tormentone di Cristina d’Avena per capire che i Giardini stanno letteralmente cambiando...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Palazzo Gravisi ha ospitato martedì sera il primo appuntamento della Settimana della cucina italiana nel mondo, promossa in regione dal Consolato generale d’Italia a Capodistria....
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

ROMA | All’indomani del seminario di aggiornamento docenti “Per la storia di un confine difficile. L’alto Adriatico nel Novecento”, svoltosi all’Università per stranieri di Siena, abbiamo...

Sport

ATENE | La partita in casa dell’AEK, nell’ambito del quinto turno di Europa League, per il Rijeka è la classica gara da dentro o fuori. Soltanto con una vittoria si rimane in gioco. Altrimenti la...
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, ottobre 2017
15 Ottobre 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, ottobre 2017
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi in edicola il nuovo numero di "Panorama"Panorama, n.21, 15 novembre 2017  
More inUltimo numero