Cultura

La poesia e la politica di tre poetesse senesi

21 TALIJANISTIKA 08FIUME Dopo essere stato ospite del Dipartimento di Italianistica della Facoltà di Lettere e Filosofia di Fiume, mercoledì scorso il professor Konrad Eisenbichler, docente dell’Università di Toronto di origini lussignane, ha proposto nella splendida cornice del Palazzo del Governo, la conferenza dal titolo “Poesia e politica: tre poetesse senesi a metà Cinquecento”. A introdurre la serata, realizzata dalla Società “Dante Alighieri”, Comitato di Fiume, in collaborazione con il Dipartimento di Italianistica della Facoltà di Lettere e Filosofia e il Consiglio della Minoranza Nazionale Italiana della Città di Fiume, è stata la prof.ssa Ingrid Sever, presidente della “Dante Alighieri”. “Questo programma è il risultato di una proficua collaborazione – ha spiegato la Sever – ed è mio dovere ringraziare anche la direttrice del Museo, Tea Perinčić, che ci viene sempre incontro assicurandoci lo spazio”, ha aggiunto. A porgere i saluti a nome del Consiglio della Minoranza Nazionale Italiana della Città di Fiume, è stata la presidente Irene Mestrovich.


L’impegno politico delle donne

La lezione “Poesia e politica: tre poetesse senesi a metà Cinquecento”, rimarcata dal letterato Konrad Eisenbichler, che negli ultimi due decenni si occupa dello studio delle poetesse senesi, ha rilevato numerosi dati interessanti sulla vita privata e professionale di Aurelia Petrucci, Virginia Martini Salvi e Laudomia Forteguerri. Il relatore ha spiegato che negli ultimi vent’anni la presenza delle donne nella cultura rinascimentale italiana e il loro contributo non soltanto letterario, ma anche intellettuale, sociale, artistico e spirituale, sono diventati oggetto di studi approfonditi e ben variati tra di loro. “Nella storia della nostra poesia lirica, Vittoria Colonna, Gaspara Stampa, Veronica Franco, Tullia d’Aragona, Laura Battiferri sono ormai di casa. Ciò non vuol dire, però, che lo studio dell’esperienza poetica al femminile nel Rinascimento italiano sia circoscritto da queste illustri rappresentanti del mondo lirico femminile”, è stato spiegato. Molte di più, infatti, e molto più variate ancora, sono le donne che composero opere poetiche nel ‘400-‘500. E si tratta proprio di Aurelia Petrucci (1511-1542), Virginia Martini Salvi (1510-1571) e Laudomia Forteguerri (1515-1555). Forse la poetessa più prolifica fu Virginia Martini Salvi, con più di 45 sue composizioni. La sua poetica si sviluppava, per lo più, entro i ben chiari termini del petrarchismo cinquecentesco, con i suoi soliti sentimenti e immagini tipiche. Martini Salvi manteneva una corrispondenza poetica ed epistolare con numerose figure di rilievo di

quel tempo. “Le poesie più interessanti di Martini Salvi per la storia letteraria italiana sono quelle che contengono una marcata componente politica. Una tale presa di posizione politica è molto insolita nella lirica femminile italiana del Rinascimento”, è stato detto ancora.


L’amore saffico

Ciò che confonde, però, è che non soltanto l’amata, ma anche l’amante sono donne. In altre parole, questa tipica poesia petrarchesca si distacca dai soliti schemi d’amore tra uomini e donne e s’inserisce, invece, nella problematica dell’amore saffico. Per quanto riguarda la figura di Aurelia Petrucci, la poetessa è stata un’osservatrice acuta della politica del suo tempo. Durante la sua breve vita fu ammirata da numerosi intellettuali e scrittori.
Il terzo personaggio, la poetessa Laudomia Forteguerri, un’aristocratica, appartenente a un’illustre famiglia senese, aveva trovato la sua musa in Margherita d’Austria (duchessa di Parma e Piacenza, figlia naturale dell’imperatore Carlo V) e fu a sua volta la musa di Alessandro Piccolomini. “I suoi sonetti sono “il primo esempio di poesia (per così dire) ‘lesbica’ nella lirica italiana”, ha concluso la sua relazione Konrad Eisenbichler, studioso che ha esaminato finora maggiormente quest’aspetto della poesia italiana cinquecentesca. La fioritura di poetesse a Siena nel Cinquecento è stata quindi eccellente.

La serata è stata arricchita da una parentesi musicale offerta dalle bravissime sorelle connazionali Dalia (violino) e Alida Cossetto (violoncello), allieve della Scuola di musica “Ivan Matetić Ronjgov” di Fiume, che si sono esibite con due brani composti nel XV e XVI secolo.
Oltre agli alunni della Scuola media superiore italiana, all’evento hanno preso parte il vicepresidente della Comunità degli Italiani di Fiume, Mario Simonovich, la capodipartimento di Italianistica della Facoltà di Lettere e Filosofia, Corinna Gerbaz Giuliano e la prof.ssa Gianna Mazzieri Sanković.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 194 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
13 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

FIUME | Prende il via oggi la quinta edizione del corso pratico e teorico “Introduzione allo studio del diritto italiano” organizzato dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Fiume sotto...
More inPolitica  

Fiume

L’Autorolej è sempre più “smart”. Da questa settimana è infatti disponibile una nuova app, denominata Smartica, che consente di acquistare il biglietto dell’autobus direttamente dal proprio...
More inCronaca fiumana  

Istria

ALBONA | “Questa non è democrazia. È una deliberata violazione dei diritti dei consiglieri cittadini con lo scopo di evitare domande scomode!” Sono le parole con le quali i consiglieri indipendenti...
More inCronaca istriana  

Pola

DIGNANO | Giornata mondiale del libro tutta particolare a Dignano: il piacere della lettura e il libro inteso quale strumento di diffusione del sapere sono stati celebrati con l’inaugurazione della...
More inCronaca polese  

Capodistria

Nel corso della IV riunione del Consiglio di programma (CdA) della Radiotelevisione nazionale, tenutasi a Lubiana, è stata avviata la prima discussione sulla Strategia di sviluppo della RTV di...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

FIUME | Ormai è cosa nota: sarà Giulio Settimo a dirigere il Dramma Italiano del Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume nelle prossime tre stagioni teatrali. Il giovane attore triestino –...

Sport

PARENZO | Umago pigliatutto ai Giochi delle elementari. I ragazzi e ragazze della SEI Galileo Galilei fanno bottino pieno, conquistando a Parenzo il primo posto sia nel calcetto femminile che nel...
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, aprile 2018
12 Aprile 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, aprile 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista delle edicole in Croazia e Italia) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.07, 15 aprile...
More inUltimo numero