Cultura

Forum Tomizza, importante dialogo sociale e culturale nell’area di frontiera

TRIESTE | Preannunciato martedì scorso da un incontro con lo scrittore Milan Rakovac alla Casa del Popolo di San Giacomo a Trieste, ha preso il via ieri pomeriggio al Circolo della Stampa del capoluogo giuliano il Forum Tomizza 2017. Convegno dal titolo significativo, “Menzogna”, ha visto la partecipazione di numerosi relatori: Giovanni Tomasin, Widad Tamimi, Federica Marzi, Aljoša Curavić, Rosanna Bubola, con la moderazione di Pierluigi Sabatti e Patrizia Vascotto. L’iniziativa giunta ormai alla sua diciottesima edizione proseguirà oggi a Capodistria, domani a Umago, con la consegna tra l’altro del premio del 12° Concorso letterario internazionale Lapis Histriae, e si chiuderà sabato con la commemorazione a Matterada sulla tomba di Fulvio Tomizza.

Il Forum, ideato da Milan Rakovac nel 2000, all’indomani della scomparsa dello scrittore istriano, prosegue nell’obiettivo di realizzare un ampio dialogo sociale e culturale nell’area di frontiera sloveno-croato-italico-germanica e di mantenere vivo il legame e la costante comunicazione tra intellettuali e artisti che abitano e operano nell’area di confine, traendo sempre e comunque ispirazione dal pensiero di Fulvio Tomizza.


«Menzogna»...

Sul sito del forum sinteticamente vengono annunciate le motivazioni della scelta del tema di quest’anno. “L’epoca in cui viviamo, – si legge – è l’epoca dei “post-fatti”, l’era della “post-verità”, come viene chiamata dal team professionale addetto al dizionario di Oxford, che nel 2016 ha proclamato lemma la parola “post-truth”. I “creativi” del team di Donald Trump hanno già un nuovo termine per il concetto di menzogna, la chiamano “fatto alternativo”. Le emozioni, le “verità” individuali dei potenti e dei loro promotor sovrastano minacciosamente tutti i criteri e i modelli di constatazione dei fatti. Chi può contrapporsi alle loro storie e dire: è una menzogna!?
“Dopo il crollo del muro di Berlino siamo affondati nelle sabbie mobili, non si è aperta una nuova era come si auspicava, come avvenne al crollo del Sacro Romano Impero. Esagero - ha affermato Milan Rakovac aprendo i lavori del convegno -, ovviamente, ma sento l’esigenza di provocare uno scossone che imponga un cambio di direzione”
.

... o «post verità»

I relatori sono stati chiamati a esprimere diversi punti di vista sul tema della menzogna. Il messaggio di Widad Tamimi in sintesi ha affrontato il concetto di verità e post-verità: quest’ultima espressione indica il concetto che la verità in un dibattito è di secondaria importanza; senza l’analisi dei fatti, gli appelli e le emozioni rischiano di diventare più importanti ed efficaci della realtà. La menzogna diventa quindi un compromesso tra informatori e informati; chi informa sfrutta le debolezze del proprio pubblico. Si tratta di individuare le responsabilità di ciascuno di noi di fronte a questo problema. Oggi non è più difficile che in passato perseguire la verità, gli strumenti che abbiamo sono molteplici e vasti, ma indagare richiede tempo e fatica, mentre manipolare per ottenere un risultato è uno strumento facilmente praticato. Le persone tendono a stare in gruppi in cui si consolidano credenze, che si alimentano di verità condivise. Le false realtà possono così diventare strumenti pericolosi, basti pensare ai nazionalismi. Il messaggio di Tamimi, in conclusione, è che soltanto la vigilanza può difenderci dalle false verità.


Sulla scia delle migrazioni

Federica Marzi ha avuto il compito di rappresentare il tema della menzogna in una relazione che prende in considerazione noi e l’Altro, facendo riferimento a Germania e Svizzera prese di mira da migrazioni, anche italiane, con ondate massicce all’indomani della Seconda guerra mondiale. “Katzelmacher – ha detto - è un’espressione tedesca negativa con cui si indicavano appunto i migranti, che però aveva implicazioni politiche e sociali. Franco Biondi nel 1983 tentò di spiegare il fenomeno delle rappresentazioni negative dell’altro attraverso pubblicazioni e scritti, e così fece parecchi anni dopo Irena Brežna. Un altro tema che emerse in questo contesto è la madrelingua “Mutterzunge”, titolo del libro che scrisse Emine Sevgi Özdamar, turca di Germania, in cui sancisce il diritto a usare una lingua non propria, ad alterarla e a modificarla. La lingua di arrivo di questi scrittori prova a immaginare incontri sociali diversi, a omologare l’appartenenza a realtà non più - o solo - come compagini omogenee e compatte, ma luoghi con soggettività multiculturali ed eterogenee.


Maldicenze ed esotismi

“Ma quante ce ne raccontiamo?” ha esordito nel suo intervento Aljoša Curavić. Nome russo, cognome croato, lingua italiana, ha ricordato le file per il permesso di soggiorno in Italia quando studiava all’Università e, viceversa, le menzogne, le maldicenze e gli esotismi che si usavano in Jugoslavia. “Una grande menzogna - ha raccontato - anch’essa dissoltasi come neve al sole. Scipio Slataper affermava negandole per dare senso pacificatorio alle contaminazioni che percepiva in sé stesso. Pacificazione che avvenne nella lingua e nella scrittura, com’è avvenuto per noi. Dunque la lingua e l’uso che se ne fa è lo strumento per scardinare la menzogna che genera delitti, violenza e soprusi contro i nazionalismi, ha concluso citando Simon Veil”.


Teatro e finzione

Rosanna Bubola ha affrontato infine il tema del teatro, nel quale non c’è menzogna ma finzione, rito collettivo religioso dionisiaco con la maschera, che amplificava la voce e identificava il personaggio. “Oggi la maschera consente la menzogna non agli attori, ma alle persone - ha detto -. Il palcoscenico si è impossessato della realtà, della politica, ormai commedia di sé stessa. Un protagonismo che è dilagato in tutta la società, attraverso social e tv”.
Giovanni Tomasin, in conclusione, nel ruolo di giornalista ha preso di mira Trump, le sue sparate, le sue azioni e la comprensione della verità in questa cortina fumogena di affermazioni e gesti. “Oggi - ha affermato - facciamo più difficoltà a distinguere le notizie vere da quelle false, perché banalmente facciamo fatica a comprendere l’autorevolezza di chi le mette in circolazione”.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 147 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Progetto abbonamenti gratuiti

Gentili lettori,
abbiamo il piacere di informarVi che, su iniziativa della Direzione dell’EDIT, è decollato il progetto degli abbonamenti gratuiti al digitale del quotidiano La Voce del Popolo (della durata di un anno) destinati agli esuli e loro discendenti e più in generale a persone che vivono all’estero (non in Croazia e Slovenia) interessate a seguirci su Internet.

I primi hanno già ricevuto l'email con tanto di codice per accedere all'abbonamento gratuito.

Il progetto continua e chi fosse interessato a ottenerlo e ancora non ci avesse trasmesso i propri dati può farlo inviandoci un messaggio contenente gli stessi all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
29 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

ISOLA | La conferenza stampa tenuta ieri a Palazzo Manzioli da Maurizio Tremul, presidente della Giunta esecutiva dell’Unione Italiana, ha avuto un indirizzo chiarificatore riguardante i...
More inPolitica  

Fiume

Se durante le elezioni amministrative tornano puntuali le promesse in merito alla realizzazione della nuova stazione degli autobus, è altrettanto vero che c’è un luogo che da diversi anni ormai...
More inCronaca fiumana  

Istria

ROVIGNO | Pubblico numerosissimo all’estivo della Comunità degli Italiani “Pino Budicin” di Rovigno per il tradizionale spettacolo “Voci di primavera”, che da decenni apre la stagione degli...
More inCronaca istriana  

Pola

DIGNANO | Come annunciato, l’apertura del FlyinFest, il Festival internazionale degli aquiloni, al via ieri mattina sulla spiaggia Martulina di Peroi, è stato un vero e proprio spettacolo. L’evento,...
More inCronaca polese  

Capodistria

ISOLA | I consiglieri comunali isolani hanno completato giovedì sera la 19.esima sessione ordinaria, iniziata due settimane addietro. Fu aggiornata dopo le accese polemiche sull’assestamento del bilancio...
More inCapodistriano  

FVG

Thumbnail Valzer di direttori per il gruppo L’Espresso, che include, in FVG, anche i quotidiani Messaggero Veneto e Il Piccolo. Proprio per quest’ultimo è stato sancito un cambio di direzione. Dal 20 aprile il...

Cultura

FIUME | Inizia martedì prossimo, 27 giugno, la prima edizione del Festival “Tobogan” (Lo scivolo), dedicato a bambini e alunni delle scuole elementari. Il Festival fa parte della Casa in mattoni...

Sport

KRANJSKA GORA | In attesa di seguire il calcio giocato l’attenzione dei media e dei tifosi si concentra sul calciomercato, su quell’infinità di notizie mezze vere e mezze false che rimbalzano da un...
More inSport  

Esuli e rimasti

Thumbnail È stato presentato a Trieste, presso l’Associazione delle Comunità Istriane, il romanzo “Farfalle di Zara”, scritto da Domenico Del Monaco, Ibiskos editore. Chi è l’autore? Medico padovano,...
More inEsuli e rimasti  

Arcobaleno

Arcobaleno, febbraio 2017
15 Gennaio 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, febbraio 2017
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 202
16 Gennaio 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAProcedendo in una ricerca interiore UOMINI E SEGNIDedicato a Erna Toncinichdi Daina Glavočić SAGGIL’interferenza del croato nell’apprendimento...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi in edicola il nuovo numero di "Panorama"Panorama, n.11, 15 giugno 2017  
More inUltimo numero