Cultura

D’Annunzio: una storia che ci riguarda da vicino

FIUME | C’è grande attesa per “Cabaret D’Annunzio”, lo spettacolo del Dramma Italiano che debutterà il 17 marzo al Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume, soprattutto perché segna il confronto di un’istituzione fiumana con la figura del Vate. Quello di D’Annunzio è stato per molti aspetti e a lungo un argomento tabù, soprattutto nei circoli della storiografia croata, in quanto il precedente sistema governativo promulgava l’occultamento verso tutto ciò che evocava l’irredentismo italiano.

In occasione del prossimo debutto dello spettacolo del DI, abbiamo voluto parlare dell’argomento con Tea Perinčić, direttrice del Museo di storia e marineria del Litorale croato, che è stata autrice, nel 2010, della mostra “D’Annunzio – Natale 1920”. L’esposizione allestita proprio alla vigilia del 90.esimo anniversario del “Natale di sangue” – definito così dal poeta soldato stesso –, ripercorreva il sanguinoso episodio del cannoneggiamento di Fiume da parte della Regia Marina Italiana contro i Legionari di Gabriele D’Annunzio, a seguito del suo rifiuto di abbandonare la città. La mostra rievocava passo per passo l’Impresa di Fiume, portata avanti da Gabriele D’Annunzio, e la successiva resistenza delle milizie del poeta, le quali si scontrarono con l’esercito italiano che, nelle tragiche giornate del “Natale di sangue” del dicembre 1920, per cinque giorni tenne la città sotto assedio, provocando la morte di cinquanta soldati. Ecco che cosa ci ha raccontato.

Qual è la posizione della storiografia croata verso Gabriele D’Annunzio?

“Purtroppo non c’è alcuna posizione. Praticamente non esiste nessuna interpretazione ufficiale perché in Croazia, da quanto mi risulta, non è stato pubblicato alcun lavoro scientifico che affronti analiticamente la figura di questo personaggio e il suo operato a Fiume”.

Lei è stata autrice della mostra “D’Annunzio – Natale 1920”, che rappresentò il primo confronto di un’istituzione fiumana con quest’argomento.

“La mostra venne allestita nel 2010, in occasione della vigilia del 90.esimo anniversario dell’accaduto. Purtroppo ancora oggi, a distanza di cent’anni, quell’esposizione rappresenta l’unico confronto fiumano. Quella di D’Annunzio è una storia che ha ormai quasi un secolo, per cui è lecito iniziare a trattarla con il debito distacco, proprio per potere ricollocare il personaggio nel posto che merita nella storia fiumana”.

Secondo lei, Gabriele D’Annunzio fu un personaggio positivo o negativo?

“Non posso considerarlo un personaggio positivo dopo tutto quello che ho letto e saputo di lui. È un ‘prodotto’ del suo tempo che l’ha reso deforme. Lo sostengo avendo in mente la sua celebrazione e ossessione per la guerra, assieme al pathos per la morte. In piena consapevolezza incitava i giovani, che lo adoravano, a prendere parte alla Prima guerra mondiale per morire con orgoglio. È stato il ‘Dio della morte’ nell’Italia di quel periodo. Non che oggi ci sia una situazione migliore, ma le morti accorrono in modo diverso”.

Nel 2020, quando Fiume sarà Capitale Europea della Cultura, l’argomento storico del “Natale di sangue”, secondo lei, dovrebbe essere affrontato?

“Dalle informazioni che mi sono arrivate, l’argomento sarà affrontato proprio attraverso l’arte teatrale, il cui responsabile del programma, che ha per titolo ‘Il periodo del potere’, è Oliver Frljić. Si lavora quindi per presentare anche questo particolare momento storico caratteristico per il capoluogo quarnerino”.

Come vede, da studiosa e ricercatrice, il progetto del Dramma Italiano di mettere in scena uno spettacolo che affronta la figura e l’operato di Gabriele D’Annunzio?

“È certamente un’iniziativa lodevole ed è anche un bene che questi argomenti siano affrontati attraverso l’arte teatrale. Mi aspetto un lavoro artistico che si basi su fatti storici reali e concreti. È un argomento storico che ci riguarda da vicino, che nel corso del tempo è stato volutamente messo da parte e penso sia ormai giunto il momento di analizzarlo con mente aperta, per comprendere pianamente i fatti di quel periodo e imparare da essi”.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 199 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
23 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

FIUME | Considerato come si stanno evolvendo le cose, in futuro potremmo trovarci a dover trascorrere al lavoro dai 40 ai 50 anni della nostra vita. A lanciare il monito è stato il preside della...
More inPolitica  

Fiume

Avranno luogo per la prima volta a Fiume, dal 23 al 27 aprile, le Giornate norvegesi, organizzate dalla municipalità e dall’Ambasciata del Regno di Norvegia al fine di fare conoscere la cultura e lo...
More inCronaca fiumana  

Istria

BUIE | Il 19 aprile, l’unico membro ancora in vita del Comitato fondatore della Comunità degli Italiani di Buie, Silvano Posar, ha compiuto i 96 anni. Una delegazione di connazionali, proveniente...
More inCronaca istriana  

Pola

​DIGNANO | Quale occasione migliore della Giornata mondiale del libro, che ricorre il 23 aprile, per inaugurare la nuova sede della Biblioteca di Dignano?Portati a compimento gli ultimi interventi...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Il Museo regionale di Capodistria ha avuto in dono cinque reperti architettonici appartenenti a Palazzo Longo, la cui demolizione dello scorso febbraio ha destato abbastanza sgomento...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

FIUME | Non soltanto un omaggio a Nelida Milani, ma un invito a leggere le sue opere, per chi non lo avesse ancora fatto, e per chi sì, a rileggerle. È questo l’obiettivo di “Miscellanea”,...

Sport

Goran Kovacic/PIXSELL CRIKVENICA | Alessandro Tonelli, fuga per la vittoria. E che vittoria: la prima da professionista per il ciclista della Bardiani - CSF, che è andato a imporsi nella frazione da...
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, aprile 2018
12 Aprile 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, aprile 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista delle edicole in Croazia e Italia) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.07, 15 aprile...
More inUltimo numero