Cultura

Gli abissi di malinconia di Gabriele D’Annunzio

FIUME | Sarà l’attore Fabrizio Coniglio a interpretare il Vate nel nuovo spettacolo del Dramma Italiano “Cabaret D’Annunzio”, che debutterà il 17 marzo nel Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume. Nato a Rivoli, Fabrizio Coniglio è principalmente un attore di teatro ma anche televisivo, che più volte ha portato in scena fatti di cronaca che appartengono alla storia italiana contemporanea, dal viaggio di Nicola Calipari, agente segreto italiano ucciso da soldati statunitensi in Iraq, all’omicidio del giudice Ciaccio Montalto, alle truffe delle banche. In occasione dell’esordio fiumano della pièce, abbiamo colto l’occasione per intervistarlo.

“Pur conoscendoci da anni, questo è il primo spettacolo che realizzo insieme al regista Gianpiero Borgia – ci ha raccontato l’attore –. Il taglio di questo spettacolo è una commedia in chiave grottesca che è poi il genere adoperato nella mia attività teatrale finalizzata all’impegno civile. Serie di spettacoli in cui mi occupo di storie realmente accadute, politicamente eclatanti come le trattative tra Stato e mafia, e di come quest’ultima si ramifichi nel potere. ‘Cabaret D’Annunzio’ non è un drammone, nonostante ci siano dei momenti seri, uniti a quelli della commedia brillante, del teatro italiano di avanspettacolo e in cui si canta molto. La figura di D’Annunzio è presa con le dovute distanze. Non c’è da parte né del regista, né tantomeno del drammaturgo, una rievocazione storica, nonostante nello spettacolo siano ripercorse tutte le tappe fondamentali della sua esistenza”.

Come sarà il suo Gabriele D’Annunzio?

“Non nego di aver preso in visione numerosi video del Poeta soldato, ma quello che metterò in scena sarà il Gabriele D’Annunzio che, attraverso le indicazioni del regista, proviene dal testo di Fabrizio Sinisi. Non c’è quindi da parte mia una ricerca volta a immedesimare quanto più la personalità della figura storica, bensì il tentativo risiede nel partire dal testo dello spettacolo per creare i caratteri del personaggio. Allo stesso modo cerco di lavorare sulla sua fragilità, perché una persona che vive di continue emozioni richiede immense forze, tanto che nello spettacolo il personaggio afferma ‘è impegnativo essere Gabriele D’Annunzio’. La sua continua ricerca per la donna, l’arte, il fisico, le imprese, è dovuta alla sua fame delle cose. È un continuo e stremante inseguire, che porta inevitabilmente a degli abissi di malinconia che possono essere devastanti. Infatti, l’attimo nello spettacolo in cui desidero potenziare quest’aspetto malinconico e decadente, quasi folle, riguarda Gardone, un luogo dove il Vate si ritira fuori da tutto nella sua abitazione con una nave e un aereo finti, come se avesse bisogno di giocattoli, perché anche nella vecchiaia non riesce a fermare questa sua ricerca, questa bramosia per le cose. Non riesce ad arrendersi all’età, al naturale corso della vita che è di ogni essere umano. In questa fase, in cui patisce molto la vecchiaia, mi piacerebbe ci fosse il percorso di un uomo che tenta fino alla fine di combattere la tragedia dell’esistenza. È un uomo che non vorrebbe mai vedere interrotto il corso della vita”.

È un D’Annunzio che ha timore della morte?

“Più che della morte, ha paura di non avere più quel potere, perché non può più essere quel D’Annunzio che ha conquistato Fiume, quello delle imprese, qual maschio virile delle frequentazioni assidue delle donne. Questi suoi stati d’animo lui li chiama ‘abissi d’insoddisfazione’ e lo afferma in continuazione”.

Conoscendo le conseguenze del fascismo nei territori dell’Adriatico orientale, ha il timore che dallo spettacolo possano scaturire interpretazioni errate?

“Credo di no, perché affrontiamo anche il lato più intollerante di D’Annunzio. Non lo dipingiamo con apologia, tutto rose e fiori. Nello spettacolo evidenziamo la sua poca considerazione per la popolazione croata, che secondo lui non merita libertà di pensiero e non deve avere alcuna voce in capitolo. Ma anche per quella parte della popolazione che si definisce fiumana e non italiana, e che lui aggredisce apostrofandoli come bugiardi, soltanto per il fatto che viene messo di fronte a una realtà molto più complessa di come la intenda lui. Credo che gli spettatori avranno modo di accorgersi delle varie sfumature del suo carattere. Non appare come il buono bensì come una figura che disprezza gli altri, colpevoli soltanto di essere sé stessi”.

Si è trovato bene a Fiume?

“Benissimo. È una città in cui è molto più facile fare teatro. Ha dei ritmi più tranquilli rispetto all’Italia e questo aiuta noi attori a dedicarci con maggiore intensità ai personaggi che interpretiamo”.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 195 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
23 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

FIUME | Considerato come si stanno evolvendo le cose, in futuro potremmo trovarci a dover trascorrere al lavoro dai 40 ai 50 anni della nostra vita. A lanciare il monito è stato il preside della...
More inPolitica  

Fiume

Avranno luogo per la prima volta a Fiume, dal 23 al 27 aprile, le Giornate norvegesi, organizzate dalla municipalità e dall’Ambasciata del Regno di Norvegia al fine di fare conoscere la cultura e lo...
More inCronaca fiumana  

Istria

BUIE | Il 19 aprile, l’unico membro ancora in vita del Comitato fondatore della Comunità degli Italiani di Buie, Silvano Posar, ha compiuto i 96 anni. Una delegazione di connazionali, proveniente...
More inCronaca istriana  

Pola

​DIGNANO | Quale occasione migliore della Giornata mondiale del libro, che ricorre il 23 aprile, per inaugurare la nuova sede della Biblioteca di Dignano?Portati a compimento gli ultimi interventi...
More inCronaca polese  

Capodistria

CAPODISTRIA | Il Museo regionale di Capodistria ha avuto in dono cinque reperti architettonici appartenenti a Palazzo Longo, la cui demolizione dello scorso febbraio ha destato abbastanza sgomento...
More inCapodistriano  

FVG

È scomparso Luciano Lago, già professore di Geografia generale, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Trieste e Presidente dell’Università Popolare di Trieste dal 2004 al 2009. Ha...

Cultura

FIUME | Non soltanto un omaggio a Nelida Milani, ma un invito a leggere le sue opere, per chi non lo avesse ancora fatto, e per chi sì, a rileggerle. È questo l’obiettivo di “Miscellanea”,...

Sport

Goran Kovacic/PIXSELL CRIKVENICA | Alessandro Tonelli, fuga per la vittoria. E che vittoria: la prima da professionista per il ciclista della Bardiani - CSF, che è andato a imporsi nella frazione da...
More inSport  

Arcobaleno

Arcobaleno, aprile 2018
12 Aprile 2018
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, aprile 2018
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi nelle edicole (vedere lista delle edicole in Croazia e Italia) il nuovo numero di "Panorama" e sullo sfogliatore www.editdigital.hr Panorama, n.07, 15 aprile...
More inUltimo numero