Cultura

Il moretto, amato simbolo di Fiume

FIUME | S’intitola “Oggetto della diversità” (Stvar različitosti) la mostra di fotografie inaugurata ieri negli spazi del Salone azzurro del Palazzo municipale, nell’ambito del progetto Fiume Capitale europea della Cultura 2020 (CEC). A fare gli onori di casa è stato il sindaco Vojko Obersnel, che ha introdotto i presenti all’esposizione allestita in concomitanza con il periodo del Carnevale. “Sono passati 25 anni da quando Fiume ha scelto il moretto come suo simbolo, optando quindi per la multiculturalità”, ha ricordato il primo cittadino, aggiungendo che questo personaggio è strettamente legato al titolo del progetto di Capitale europea della Cultura, ovvero “Porto della diversità”, in quanto rappresenta un migrante.

L’autore della mostra, Vuk Ćosić, membro del gruppo di lavoro del CEC, si è soffermato sulla tecnica usata durante la realizzazione degli scatti fotografici. “Cinque immagini di formato grande sono state effettuate con la tecnica dello zooming, su basi che variano da metallo, tela, libro, parete, fino alla cravatta. Le fotografie trasmettono diverse interpretazioni contemporanee del personaggio del moretto”, è stato detto. L’autore ha ricordato inoltre l’importanza del simbolo del Carnevale fiumano, dato che, oltre a testimoniare il passato del capoluogo quarnerino, rappresenta lo stato attuale e il futuro di Fiume Capitale europea della Cultura 2020.

Caratteristica distintiva del moretto, noto souvenir e tradizionale gioiello fiumano, è la testa del Moro col turbante. Alle origini veniva realizzato in orecchini molto semplici, in oro o argento, capo e busto ricoperti da smalto nero. C’erano due tipi di moretti, il primo con turbante bianco e nastri e punti dorati, noto come “il turco”, mentre il secondo portava una corona bianca di piume ed era conosciuto come “l’indiano”.

Nel XIX secolo apparve una forma più elaborata del gioiello del moretto, destinata ai più benestanti. Ciò avvenne dopo che, nel 1845, l’orefice fiumano Giovanni Corossacz ricevette l’ordine di realizzare dei gioielli per l’imperatrice austriaca Maria Anna. Egli aggiunse un moretto sulla spilla, sul braccialetto e sul ciondolo della catenina. Gli altri orefici seguirono il suo esempio, realizzando sfarzosi gioielli di tutti i tipi sul tema del moretto. Nel 1878 l’orefice Agostino Gigante introdusse un’altra novità nell’elaborazione degli stessi: le sue opere d’arte in cui numerose teste di Moro venivano sistemate in serie, divennero oggetti richiesti da acquirenti da tutte le capitali d’Europa. Quando e perché i fiumani accettarono il moretto quale loro gioiello tradizionale, è questione di tradizione locale. Nella monografia quadrilingue “Il moretto fiumano”, della compianta storica e critica d’arte Erna Toncinich, opera pubblicata nel 2008 dalla nostra casa editrice, leggiamo che il moretto sarebbe apparso nel XVI secolo, ai tempi delle conquiste turche. I turchi si erano accampati nella piana di Grobnico e avevano minacciato Fiume. Grazie alle preghiere dei fiumani, dal cielo, stando alla leggenda, scese una pioggia di pietre che annientò il nemico. I turbanti dell’esercito turco, sparpagliati di qua e di là sul campo di battaglia rimasero gli unici testimoni della sconfitta. Da allora le fiumane avevano iniziato a portare alle orecchie gioielli che rimandavano a quelle immagini. La tradizione ricorda pure il moretto quale amuleto che poteva proteggere la persona dai nemici e dalle forze del male. Spesso i pescatori e gli uomini di mare, essendo permanentemente esposti ai pericoli, portavano un orecchino con la testa di Moro. Col tempo, si diceva anche che lo portassero per poterlo vendere e ottenere del denaro in caso di necessità. Oggi i fiumani considerano i moretti un simbolo d’appartenenza alla città.
All’inaugurazione della mostra hanno partecipato numerosi personaggi della scena artistico-culturale fiumana, tra cui la direttrice del progetto Fiume Capitale europea della Cultura 2020, Emina Višnić, il responsabile del Dipartimento cittadino per la cultura, Ivan Šarar, il direttore del Museo d’Arte moderna e contemporanea, Slaven Tolj e il sindaco di Tuzla, Jasmin Imamović. L’esposizione, realizzata in collaborazione con il Museo d’Arte moderna e contemporanea, può venire visitata tutti i mercoledì di febbraio, dalle ore 16 alle 18.

 

 

Visit the website Visit the website Visit the website

Who's Online

Abbiamo 187 visitatori e nessun utente online

Sfogliatore - Reader

Progetto abbonamenti gratuiti

Gentili lettori,
abbiamo il piacere di informarVi che, su iniziativa della Direzione dell’EDIT, è decollato il progetto degli abbonamenti gratuiti al digitale del quotidiano La Voce del Popolo (della durata di un anno) destinati agli esuli e loro discendenti e più in generale a persone che vivono all’estero (non in Croazia e Slovenia) interessate a seguirci su Internet.

I primi hanno già ricevuto l'email con tanto di codice per accedere all'abbonamento gratuito.

Il progetto continua e chi fosse interessato a ottenerlo e ancora non ci avesse trasmesso i propri dati può farlo inviandoci un messaggio contenente gli stessi all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Avviso ai lettori

Al fine di far aumentare le visite dei nostri lettori sul nostro portale, da qualche tempo a questa parte abbiamo scelto di impedire agli utenti di poter copiare i testi e le foto delle notizie che pubblichiamo. Nulla impedisce tuttavia, a chiunque voglia diffonderle, di cliccare sui link della notizia che interessa e che reindirizza immediatamente il lettore al nostro portale e, a tal punto, di  copiare dalla casella degli URL per intero e quindi incollare il link della notizia stessa replicandolo altrove. Seguendo questi semplici passi si ottiene il medesimo risultato e si contribuisce contemporaneamente alla diffusione dei nostri servizi e delle nostre testate in rete.

La Redazione

Weather data OK.
Fiume
11 °C

 

 

Facebook

Search

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

Scopri i nostri zainetti

Politica

Sebbene le prime proiezioni prevedessero la vittoria di Borut Pahor già al primo turno delle presidenziali in Slovenia, i primi risultati indicano che gli sloveni dovranno recarsi alle urne una...
More inPolitica  

Fiume

In occasione del 26º anniversario della costituzione della 128ª brigata dell’Esercito croato “San Vito”, avvenuta il 22 ottobre 1991, nella Casa croata della cultura (HKD) di Sušak ha avuto luogo...
More inCronaca fiumana  

Istria

MONTONA | L’affascinante cittadina istriana di Montona, situata in cima al colle, è nota nel mondo per essere stata la patria di diverse personalità importanti: dal compositore Andrea Antico al...
More inCronaca istriana  

Pola

Dopo l’ultima seduta estiva (del 27 luglio), e tre mesi di pausa, torna a riunirsi in autunno il Consiglio cittadino di Pola. L’appuntamento è per domani pomeriggio alle 17 e tra i punti all’ordine...
More inCronaca polese  

Capodistria

ISOLA | In questi giorni si è conclusa la prima parte del progetto dedicato all’imprenditoria tra i giovani, promosso dall’Agenzia pubblica slovena “SPIRIT” e organizzato a Isola dall’Ente...
More inCapodistriano  

FVG

Thumbnail Valzer di direttori per il gruppo L’Espresso, che include, in FVG, anche i quotidiani Messaggero Veneto e Il Piccolo. Proprio per quest’ultimo è stato sancito un cambio di direzione. Dal 20 aprile il...

Cultura

ALBONA | “Elemento grafico” (Grafički element) è una mostra itinerante con la quale la galleria “Alvona” ha chiuso la sua stagione espositiva 2017, iniziata nel mese di giugno. Inaugurata lo scorso...

Arcobaleno

Arcobaleno, ottobre 2017
15 Ottobre 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero di "Arcobaleno"Arcobaleno, ottobre 2017
More inUltimo numero  

La Battana

La Battana n. 204
01 Agosto 2017
Thumbnail In edicola il nuovo numero del "La Battana" PREMESSAL’istinto creativo...SAGGIL’Apoxyomenos di Lussino. Storia e fortuna di un giovane venuto dal maredi Moreno ArlandL’ANGOLO DELLA POESIALivio...
More inUltimo numero  

Panorama

Thumbnail Oggi in edicola il nuovo numero di "Panorama"Panorama, n.19, 15 ottobre 2017  
More inUltimo numero